raduno alpini
Cronaca
PIAZZA BOTTESINI

Il raduno degli artiglieri alpini: «in memoria degli anni d’oro»

Una festa per 200 penne nere nella sede Ana Torino Nord

Un raduno per duecento: i più anziano ha circa 75 anni e il più giovane sui 60. È la festa che si è tenuta domenica nella sede Ana Torino Nord di piazza Bottesini. Protagonista è il Gruppo Artiglieria da Montagna del gruppo Pinerolo di Susa, quei giovani che svolsero il servizio militare di leva tra il 1976 ed il 1991 a Susa presso le Caserme Cascino ed Henry. «E che ogni anno, emergenza pandemica a parte – racconta Vito La Tona, responsabile del gruppo alpini Torino Nord -, si ritrova per ricordare i vecchi tempi andati». Un evento che richiama gente da tutta Italia «Ogni tanto riusciamo persino a recuperare qualche penna nera “smarrita”»,

Ogni incontro è buono per riportare alla mente i racconti di gioventù: le marce con i muli, i campi invernali ed estivi, le ragazzate. Fino a tutto il 1975 il gruppo Pinerolo, composto da tre batterie 7°, 8° e 9°, era ubicato a Tolmezzo e solamente nel 1976 venne trasferito in Piemonte, a Susa, alle dipendenze della Brigata Alpina Taurinense dove, erede del 4° Reggimento di Artiglieria Alpina, prese il numero 4 mentre le batterie presero la numerazione 7, 8 e 40. Al raduno hanno partecipato le “penne nere” provenienti da Piemonte e Lombardia con la piacevole sorpresa di due liguri in rappresentanza degli ex del Pinerolo di Tolmezzo; quelli che hanno prestato i primi soccorsi durante la tragedia del Vajont, tanto per intenderci.

La presenza di ex comandanti di Gruppo e Batteria, sottotenenti d’Arma, sottufficiali e militari e graduati di truppa ha ancora una volta confermato quanto sia forte il senso di appartenenza al reparto e la voglia di riabbracciare i commilitoni persi di vista. Dopo la cerimonia dell’alzabandiera e l’intonazione dell’inno, un commosso pensiero è stato rivolto ai commilitoni “andati avanti” e anche a quei valorosi instancabili compagni di tante fatiche che furono i muli.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo