Supermercato
Economia
L’iniziativa

Il progetto Novacoop si allea con gli enti di periferia

Un “frigo di quartiere” ed esperienze educative per non sprecare il cibo

Novacoop in campo contro lo spreco di cibo e per il rispetto dell’ambiente, in un progetto che vede coinvolte più di 21 realtà del territorio torinese denominato “Im.Patto”. Si tratta di una serie di iniziative, esperienze e percorsi che andranno avanti fino a marzo 2022 e che contribuiranno a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda Onu 2030. Il tutto a Torino nord, nelle circoscrizioni 4, 5, 6 e 7.

«È uno dei nostri progetti più ambiziosi – spiega Enrico Nada, responsabile delle politiche sociali di Novacoop -, che ruota attorno a tre parole chiave: cibo, benessere e salute». Tra le iniziative messe in pratica da “Im.Patto” c’è, ad esempio, il “frigo di quartiere”. Ne verranno installati due, al Boschetto di via Petrella, e daranno gratis alle famiglie povere frutta fresca ed eccedenze alimentari di Coop e di altri negozi, aziende e ristoranti che aderiranno al progetto.

Poi ci sono i Ci.Box: pacchi a sorpresa con dentro un kit di autoproduzione di erbe aromatiche, libri del progetto Book Box, cruciverba e ricette anti-spreco. Verranno inizialmente distribuiti dalla parrocchia San Giulio D’Orta. Non mancano poi esperienze ludiche, come “Escape4Change”, la prima escape room progettata per far scoprire i segreti dell’economia circolare e spiegare come i rifiuti possono trasformarsi in materie prime e seconde, per essere reintrodotte nel processo produttivo.

Da ricordare ancora gli incontri e le camminate a tema, come quelle che verranno fatte alle Vallette il 19 ottobre, il 9 novembre e il 7 dicembre contro il diabete. Oppure le buone pratiche di alimentazione consapevole come la colazione del 2 novembre all’orto collettivo di via Massari.

L’obiettivo di “Im.Patto”, da parte di Novacoop, è di raggiungere qualche decina di migliaia di persone. Novacoop che l’anno scorso, col progetto “Buon Fine”, ha recuperato un milione di pasti poi donati agli enti caritatevoli, cibo pari a 5 milioni e mezzo di euro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo