parco del valentino degrado
News
IL REPORTAGE

IL PARCO A PEZZI. Fontana chiusa e resti di Torino 2006: viaggio nel Valentino “dimenticato”

I servizi igienici vicino all’arco fuori servizio, edifici abbandonati, scritte e degrado

«Scusi, sa dirmi dove posso trovare un altro bagno pubblico? Quello è rotto». La lingua, a onor della cronaca, è inglese. A chiederlo è una bella signora bionda, una turista proveniente dalla Germania. È alla “disperata” ricerca di un sanitario al parco del Valentino: quello a due passi dall’arco è infatti fuori servizio. Su un biglietto c’è scritto che “il ripristino verrà effettuato il prima possibile”. A quanto pare, però, è già passato un po’ di tempo.

Se ci si muove verso la zona degli ospedali, i problemi si moltiplicano. Perchè il Valentino non è solo droga e spaccio, ma anche il più famoso polmone verde della città, che in alcuni punti è abbandonato al degrado. Prima di tutto, la “Fontana dei dodici mesi”, unico esempio rimasto del progetto architettonico fatto per l’Esposizione Nazionale del 1898 in occasione dei 50 anni dello Statuto Albertino. La sua bellezza è circondata da alte transenne e basta una veloce occhiata per vedere che è rimasta letteralmente “a secco”. I lavori per la sua ristrutturazione dovevano terminare nel gennaio del 2017, ma ad oggi la fontana è ancora un cantiere aperto e senz’acqua.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo