Torino, piazza Bengasi. Sullo sfondo l'ex fabbricato del dazio
News
Affidato l’appalto per la demolizione dell’ex Casa del Dazio

Il parcheggio di piazza Bengasi si farà: pronto il nuovo progetto

L’annuncio dell’assessora Lapietra: “Ospiterà due piani interrati da 730 posti auto. Ma per farlo serve garanzia di incasso annuo di un milione di euro”. Il Comune pensa di introdurre la sosta a pagamento sulla parte superficiale dell’area

Torino, il parcheggio di piazza Bengasi si farà. Tutto pronto per il nuovo progetto che prevede la realizzazione di un parcheggio di interscambio nell’area di piazza Bengasi, a Torino. “E’ stato affidato l’appalto per la demolizione del fabbricato ex dazio e predisposta una nuova soluzione progettuale per due piani interrati da 730 posti auto” ha annunciato l’assessora comunale ai Trasporti Maria Lapietra rispondendo, in Consiglio comunale, a un’interpellanza generale.

COSTO DELL’INTERVENTO: 15 MILIONI DI EURO
“Il costo dell’intervento – ha spiegato Lapietra – è di circa 15 milioni di euro ed è già stato predisposto un piano economico-finanziario per verificare la sostenibilità economica del progetto attraverso una concessione con finanziamento, in parte a carico del concessionario e in parte con contributo del Ministero dell’Ambiente per circa 5 milioni di euro”.

PER INTERVENTO SERVE GARANZIA INCASSO ANNUO DI UN MILIONE DI EURO
“Affinché l’intervento risulti sostenibile – ha precisato Lapietra – serve comunque la garanzia di un incasso annuo pari ad un milione di euro. Prossimamente chiederemo al Ministero un incremento del contributo assegnato e pensiamo di introdurre la sosta a pagamento sulla parte superficiale della piazza”.

LO RUSSO (PD): “SARANNO RISPETTATE LE PROMESSE ELETTORALI?”
Il capogruppo del Pd Stefano Lo Russo ha ricordato come “in campagna elettorale sono state fatte promesse agli ambulanti, garantendo loro il ritorno immediato sulla piazza in caso di vittoria alle elezioni di Appendino. Vorremmo capire se a fronte di queste promesse, piazza Bengasi troverà la sua collocazione definitiva”.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo