Schermata 2017-06-13 alle 08.12.08
News
IL CASO

Il nuovo regolamento è in vigore. Ma al “Barattolo” è il solito suk

Allarme anche a Borgo Dora: in sei mesi già 22 sequestri di droga e “tarocchi”

Abusivi con le bombole a gas, prezzi esposti, merce di dubbia provenienza. Il primo weekend di Barattolo, con l’entrata in vigore del nuovo regolamento sul libero scambio, non si è rivelato un successone. Almeno stando alla denuncia presentata in consiglio comunale dal capogruppo dei Moderati della Città, Silvio Magliano. Inerente sia a via Carcano che a San Pietro in Vincoli. Denuncia che arriva quattro giorni dopo il ricorso al Tar delle aziende della Colletta. «A Vanchiglietta – ha spiegato Magliano – una signora si è sentita male e l’ambulanza ci ha messo 25 minuti per intervenire».

I vigili urbani saranno presto dotati di un elenco, con gli oggetti che non si possono più vendere e i comportamenti vietati. Mentre per quanto riguarda ciò che è successo il primo fine settimana di giugno l’assessore alle Pari Opportunità, Marco Giusta, ha spiegato come «l’introduzione di pneumatici o di altre tipologie di oggetti non era tecnicamente punibile». Proprio per via del mancato ingresso del nuovo regolamento. «Invece il personale impiegato questa domenica – ha replicato l’assessore alle Pari Opportunità, Marco Giusta – contava 17 unità, che non hanno rilevato né vendita di generi alimentari né di altro tipo».

Sempre in tema di sicurezza il sindaco Chiara Appendino ha risposto al capogruppo leghista, Fabrizio Ricca, in merito alla questione del problema spaccio a Borgo Dora. Per Ricca in sei anni non sarebbe cambiato nulla. «Solo nel 2017 – ha concluso Appendino – sono stati effettuati 22 sequestri giudiziari, due di droga e altri di abbigliamento. Oltre a sequestri amministrativi di merce e denaro. Non abbiamo la bacchetta magica ma stiamo lavorando sodo per le zone critiche della città».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo