Bocce
Cronaca
CORSO TELESIO

«Il nostro campetto da bocce trasformato in una narcosala»

La protesta dei residenti: «Di sera troppi tossici, mancano i lampioni»

Per cacciare il degrado avevano creato e messo in ordine un loro personalissimo campo da bocce, per tenere pulita la zona d’estate fino al calar del sole. Ma la rimozione dei lampioni ai giardini del Fungo in corso Telesio si è rivelata un pessimo segnale e così il terreno è tornato a essere una zona franca, diventando in poco tempo “l’angolo del buco”. La lamentela arriva dagli stessi residenti, in zona Parella, preoccupati per quel via vai di tossici dalle 21 fino a notte fonda. Cittadini che ancora nella giornata di ieri si sono ritrovati per fare il punto della situazione e per chiedere alle istituzioni provvedimenti.

Le siringhe nascoste in mezzo all’erba, del resto, non sono un bel biglietto da visita (così come i rifiuti) e qui nessuno sembra disposto ad abdicare facilmente in favore del degrado e della delinquenza. «Chiediamo solo – raccontano -, che le istituzioni ci diano una mano a mettere questo piccolo polmone verde in sicurezza». Al momento sembra esserci molto lavoro da fare. E sullo spinoso caso è intervenuto anche il candidato presidente del centrodestra per la Circoscrizione 4, Federico Scavone, autore di una segnalazione.

«Innanzitutto servirebbe più illuminazione in questo giardinetto – spiega Scavone -. Poi una maggior manutenzione. Le panchine sono rotte e manca anche un bagno pubblico o chimico. Mamme e bambini, così, si trovano in grossa difficoltà». L’area, negli anni, è stata più volte al centro delle proteste delle famiglie di zona a causa dell’incuria e degli atti vandalici. Cittadini che nel recente passato erano riusciti a ottenere dall’amministrazione la sostituzione di un gioco per i bambini.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo