Caccia al maniaco del quartiere Parella
News
La scorsa settimana ha colpito in via Exilles

Il maniaco della Y10 rossa in caccia di belle passanti

Un cinquantenne con barba brizzolata avvicina le vittime e si masturba

Un uomo sulla cinquantina, con capelli e barba brizzolati, a bordo di una vecchia auto rossa, probabilmente una Y10. È questo l’indentikit del “maniaco di Parella” che da qualche tempo gira per le strade del quartiere in cerca di giovani ragazze da molestare.

La scorsa settimana ha colpito in via Exilles e la vittima designata è stata Melinda, una ventiseienne residente in zona che stava rientrando a casa dopo aver incontrato un’amica.

IL RACCONTO. «Era circa mezzanotte, stavo portando a spasso il cane quando un uomo su una macchina rossa si è accostato al marciapiede e mi ha chiesto dove fosse via Nizza» ricorda Melinda, rammaricata per non aver riconosciuto il modello dell’auto «forse una vecchia Y10». «Ho subito notato che era un tipo strano, e dopo avergli risposto che non potevo aiutarlo, ho continuato a camminare verso casa mentre lui mi seguiva lentamente, tenendomi gli occhi addosso. Ha cominciato a ringraziarmi, a farmi i complimenti per il mio cucciolo, io facevo finta di niente e aumentavo il passo, ma lui continuava a seguirmi in auto, e vedendo che non gli davo corda mi ha detto che era senza pantaloni e si stava masturbando – afferma ancora con disgusto la giovane donna che è riuscita però a mantenere i nervi saldi – quando mi ha chiesto se volevo salire in macchina ».

Melinda ha reagito: «L’ho fulminato con lo sguardo, e allora mi ha aggredita verbalmente: “Lo sai che sei una bella porcona? Ma tuo padre non te le mette le mani nelle mutandine?” Ricordo perfettamente quelle parole che mi hanno fatto infuriare. Per fortuna quando ho cominciato a insultarlo ha accelerato e se n’è andato. Forse pensava che fossi una minorenne sprovveduta». Un racconto agghiacciante quello della ventiseienne che ha chiamato i carabinieri e ha denunciato il fatto su Facebook, ricevendo l’appoggio di molte giovani donne che in passato si erano già “interfacciate”, loro malgrado, con il maniaco.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo