Mazzocco
Libri
AUTORI TORINESI

Il grande attore è ormai stanco di morire

Davide Mazzocco con un romanzo fatto di copioni, diari, impressioni

Vittorio Poggi è stanco di morire. Nella sua carriera di attore è morto tante volte e in modi diversi: è stato ucciso e si è suicidato, si è spento lentamente o è precipitato verso la tragedia. Stanco di morire, deve capire quanto ha vissuto. Il suo diario, trascinato discontinuamente nel corso dell’esistenza, gli articoli di giornale, le mail che scambia con la figlia, i documenti ufficiali come il certificato di matrimonio: tutti fotogrammi di un film senza copione, dove il ribelle tenebroso acquisisce la saggezza per esigenze di sceneggiatura.

Con “La mente è un luogo appartato” (Polidoro, 16 euro), Davide Mazzocco, torinese classe 1975, giornalista e documentarista, traccia un romanzo per soggetti dove la maschera dell’attore ha i tratti di quell’illusione meravigliosa che è il cinema. Una scrittura oggettiva, per una visione mediata in un libro non scontato. Davide Mazzocco lo presenta oggi alle 17.30 in Sala Avorio, nella Galleria Visitatori.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo