festival accoglienza
Volontariato
IL PROGRAMMA

Il Festival dell’Accoglienza non si ferma: ecco gli incontri su migranti e rifugiati

Continuano fino al 31 ottobre gli appuntamenti della prima edizione della kermesse

Proseguono anche questa settimana e fino al 31 ottobre gli appuntamenti della prima edizione di “E mi avete accolto. Festival dell’Accoglienza”, un evento che raccoglie insieme la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, la Giornata della Memoria e dell’Accoglienza e la Giornata Missionaria Mondiale. Il Festival è un’iniziativa che l’Ufficio Pastorale Migranti dell’Arcidiocesi di Torino ha ideato in collaborazione con Fondazione Migrantes, l’Ufficio Missionario dell’Arcidiocesi di Torino e la Fondazione Opera Barolo, con il sostegno di Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt. La preparazione del Festival è stata un’occasione per avviare nuove collaborazioni con numerose realtà del territorio torinese, tra cui il Mao, la Gam e Palazzo Madama della Fondazione Torino Musei e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, che hanno deciso di offrire visite agli studenti seguiti dall’Ufficio, durante e dopo il Festival. Torino si conferma dunque città accogliente, e con questa iniziativa avrà l’occasione di portare alla luce storie di un territorio che ha saputo e sa confrontarsi con la mobilità umana, che in silenzio si attrezza per aprirsi alla multietnicità e alla multiculturalità: bisogna ricordare infatti che nell’ultimo anno sono stati circa 4mila i passaggi agli sportelli di ascolto; negli anni precedenti il numero si attestava sui 9mila passaggi. Si tratta perciò di numeri alti, nonostante il Covid. Sono sette inoltre i progetti co-finanziati, che vedono l’Ufficio impegnato nell’inserimento di rifugiati in famiglia, nell’accogliere vittime di tratta lavorativa e nell’accompagnamento a percorsi lavorativi. Tra i prossimi eventi da segnalare: martedì 14 si terrà un incontro con Paola Randi e Haroun Fall, regista e attore della serie tv di successo “Zero”, all’Upm alle 20.30; giovedì 16 (Upm) si terrà alle 21 una serata di testimonianza degli ideatori del progetto “Umanità IninterRotta” (Ascs), mentre venerdì 17 alle 17.45, al Cortile Libreria San Paolo, si terrà la presentazione del libro di Fabio Geda e Enaiatollah Akbari, “Storia di un figlio. Andata e ritorno” (Baldini & Castoldi).

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo