Farò San Giovanni Appendino
News
SAN GIOVANNI

Il “Farò” annuncia un anno propizio. Appendino: “Simbolo di una città unita” TUTTE LE FOTO

La pira verso Porta Nuova: per Torino si prospetta prosperità. In piazza meno gente del solito. Stasera spettacolo pirotecnico blindato

Il rito propiziatorio del Farò ha dato il proprio vaticinio: per Torino sarà un anno di prosperità. In una piazza con meno gente del solito, forse segno di una comunità che dopo i fatti del 3 giugno non ha ancora grande voglia di festeggiare, la tradizionale pira della vigilia è caduta dalla parte di Porta Nuova.

Esattamente come lo scorso anno. Ad accenderlo, il sindaco Chiara Appendino, il suo vice Guido Montanari, l’assessore al Tempo Libero Roberto Finardi, quella all’Istruzione Federica Patti e quello all’Ambiente Alberto Unia. Qualche minuto ed ecco che l’insegna del toro che svettava dalle fascine in fiamme si è schiantato al suolo in direzione della stazione.
Un buon auspicio in vista di oggi, nella giornata che culminerà nello spettacolo pirotecnico di San Giovanni più blindato nella storia di Torino.

LE PAROLE DELLA SINDACA.
Chiara Appendino si è affidata a Facebook: “Ieri sera, guardando il farò di San Giovanni, ho visto il simbolo di una città unita – ha scritto -. L’auspicio di vedere il toro cadere verso sud affinché, come vuole la tradizione, sia un anno prospero, non è altro che l’abito elegante – e forse un po’ poetico – con cui i torinesi vestono la loro forza di volontà, la loro capacità di dare il massimo e l’amore per la loro città. In ogni caso la sorte ha voluto darci un bel segnale, che accogliamo volentieri: anche quest’anno, il toro è caduto verso Porta Nuova. Si riparte da qui. Buon San Giovanni a tutte e tutti!”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo