nunziato gn
Cronaca
VIA ORVIETO

Il disabile si appella alla Città: «Ora una casa senza barriere»

Nunziato vive al settimo piano: «Oggi rischio anche di essere sfrattato»

Paura e sconforto. Sono queste le emozioni provate da Nunziato, 51 anni, quando l’ufficiale giudiziario ha bussato alla porta del suo appartamento di via Orvieto per consegnargli la lettera di sfratto esecutivo. Nel 2013 un incidente l’ha costretto sulla carrozzina, un episodio che ha segnato la fine della sua carriera lavorativa e l’inizio di una serie di problemi economici. «Ho dovuto dormire per mesi in una ex fabbrica in via Nizza – racconta l’uomo – poi nel 2018 mi è stata assegnata questa casa in via Orvieto, al settimo piano, ma pensavo che si trattasse di una misura provvisoria in attesa che si liberasse una sistemazione al piano terra, senza barriere». Nunziato si è ritrovato a vivere per quattro anni al settimo piano di un condominio con un canone di affitto alto, in un appartamento a cui non poteva accedere in caso di malfunzionamento dell’ascensore, e senza alcun parente nelle vicinanze ad aiutarlo in caso di difficoltà. «Ora mi sfratteranno per morosità», aggiunge l’uomo, «io chiedo solo un luogo per dormire, non posso tornare in mezzo a una strada».

Una situazione complessa anche per l’Atc, che nel corso degli anni ha visto accumularsi un debito di oltre 15mila euro. «Il proprietario della casa ha un contratto di edilizia agevolata, e nel corso del tempo ha accumulato una morosità sugli affitti che ha determinato l’avvio di un provvedimento esecutivo di sfratto», replicano gli uffici. «Per venire incontro alle difficoltà del signore e permettergli di individuare una soluzione abitativa alternativa e sostenibile, dal mese di marzo l’esecuzione è stata rimandata per ben quattro volte». Alla fine l’Atc ha optato per un’ulteriore proroga, l’ultima, con scadenza il 19 ottobre, al termine della quale le speranze del signor Nunziato saranno riposte completamente nella nuova domanda di emergenza abitativa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo