cane
Cronaca
PELLERINA

Il cucciolo senza un padrone trascinato via dalla corrente

Il video della tragedia virale sui social per cercare di rintracciare la sua famiglia

Un corpo ormai esanime su un tronco, proprio nel punto dove la corrente è più forte. È l’ultima immagine del cagnolino morto annegato nella Dora, all’interno del parco della Pellerina. Il video, immortalato da un ragazzo col suo telefonino, dura pochissimo, appena diciassette secondi, ma sta facendo ancora adesso il giro dei vari gruppi di Facebook con i commenti e le condivisioni degli utenti che sono nell’ordine delle migliaia. Tuttavia, per il povero animaletto non c’è più nulla da fare. Ed è questa, al momento, l’unica certezza, perché non si sa come il cane sia finito nel fiume Dora né, soprattutto, se il padrone lo stava cercando perché l’aveva smarrito e magari aveva messo un annuncio o dei volantini. Allertati dalla segnalazione, i vigili del fuoco sono arrivati al parco della Pellerina, in corrispondenza di uno sbarramento che forma un vortice nella Dora, per ben due volte. Il punto dove si trovava l’animale era pericoloso. Nella prima occasione, in tarda serata, la corrente era troppo forte e per i pompieri non è stato possibile intervenire per ragioni di sicurezza. Il giorno successivo, il corpo esanime del cane non c’era già più, probabilmente portato via dallo scorrere inesorabile dell’acqua del fiume. Sul posto, per tentare, invano, il recupero dell’animale morto, erano intervenuti anche alcuni volontari del gruppo Animal Save di Torino, insieme ad altri cittadini. «Quel povero cagnolino aveva sicuramente una famiglia. Bisogna diffondere il video il più possibile, perché forse qualcuno lo sta ancora cercando» si legge su Facebook. Il cane annegato, che era di taglia media, era di colore bianco e nero, a macchie. Nell’attesa che il fiume restituisca prima o poi il cadavere, dell’animale non restano che le ultime strazianti immagini catturate dal cellulare, con il corpo senza vita aggrappato a un tronco.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo