primi nati 1
Il Borghese

Il coraggio delle scelte

Il Capodanno è il compleanno di tutti. Lo diceva Charles Lamb, uno scrittore inglese dell’800. E lo sarà sicuramente per Damiano, un bel bimbotto di quasi quattro chili che ha battuto il record di primo nato del 2022. Proprio lui, vero figlio dell’amore di due genitori coraggiosi che in un anno difficile come quello che ci siamo lasciati alle spalle hanno scelto di allargare la famiglia e di dare a Mattia un nuovo fratellino. Ciò nonostante le difficoltà, il lavoro che stentava per due giovani che hanno fatto della danza la loro ragione di vita. E che la pandemia ha privato di tutto. O quasi.

Un insegnamento per molti di noi che non temiamo solo il futuro, ma addirittura il domani, stretti nell’angoscia della malattia e nel timore di perdere in un attimo ciò che abbiamo costruito in tanti anni. Sara e Ivan ci hanno insegnato che si può e si deve sognare, soprattutto adesso che le certezze non sono più rocciose come una volta, che il posto fisso è intoccabile, che occorre un vaccino per continuare a camminare lungo il nostro percorso. Damiano li ha salutati con un vagito che potrebbe essere assimilato ad un urlo di gioia liberatorio. Il segno che c’è la luce oltre il buio, basta volerlo.

Come dire che è il tempo di prendere in mano la vita facendo delle scelte, quelle di avere un bimbo, o di cercare – come stanno facendo molti giovani – una nuova dimensione di vita, magari scegliendo di trasferirsi in una vecchia baita sulle nostre montagne. Coraggio e un pizzico di follia. Come fecero molti nostri nonni che cercarono la fortuna altrove. Senza preoccuparsi dei giudizi altrui.

Fino all’estremo come fece vent’anni fa Rosalba Fraider che abbandonò famiglia e lavoro per andare a vivere in una baracca a fianco di una grotta dei miracoli in Val di Susa. Un pezzo di vita dedicato alla Madonna e al conforto dei pellegrini che facevano la fila per ascoltare le sue preghiere. Fino a ieri quando il sonno del giusto l’ha portata via, quasi nel momento in cui Damiano spalancava i suoi occhioni.

beppe.fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo