condominio foresta gn
Cronaca
LA CURIOSITÀ

Il condominio foresta a San Salvario: la casa dei sogni in mezzo agli alberi

Il primo esperimento di bioarchitettura ecosostenibile in città progettato da Luciano Pia

Un angolo di natura, più unico che raro, nel bel pezzo del quartiere San Salvario. Un bosco urbano (il famoso bosco verticale di Torino), quasi una vera e propria giungla dove mancano solo gli animali. Non è il parco del Valentino (ovviamente) ma è “25 Verde”, il primo esperimento di bioarchitettura ecosostenibile in città progettato da Luciano Pia in via Chiabrera 25. Per certi versi simile al grattacielo presente a Milano, a firma di Stefano Boeri.

I NUMERI
Il condominio, inaugurato nel 2012, sorge di fronte al Centro Storico Fiat. Conta 7.500 metri quadri di superficie abitabile, 4.000 metri quadri di terrazzi e tetti verdi, 63 appartamenti in totale, 200 alberi e grandi arbusti, di cui 140 solo sui terrazzi. Da considerare anche le cinque tonnellate all’anno di anidride carbonica assorbita e le cinque tonnellate all’anno di ossigeno prodotto oltre a 100% efficienza energetica e 1,5 chili all’anno di polveri sottili abbattute. «Un microcosmo autonomo in cui costruire il tuo domani» si legge sul sito internet. Una residenza unica per concept e obiettivi raggiunti. Grazie all’evento Open House, inoltre, l’edificio sarà visitabile ancora oggi. Un’occasione imperdibile per i curiosi e per chi volesse farci un pensierino. Portafoglio alla mano.

LA COSTRUZIONE
Ogni elemento di questo edificio richiama la natura e la sostenibilità urbana. Questa costruzione ha da subìto stupito gli abitanti del posto ed ha richiamato l’attenzione a livello nazionale ed internazionale: come un polmone verde nel capoluogo piemontese, città con un altissimo tasso di inquinamento atmosferico, regala davvero una ventata di freschezza ed ossigeno ad un centro parecchio congestionato. Il sistema del verde è caratterizzato da un verde multiforme: dalle fioriere al giardino, dal verde pensile in copertura al verde verticale in facciata. Le essenze, che assicurano una varietà di portamento, fogliame, fioritura e colore. «Non avendo la possibilità di costruire una casa in mezzo a un parco abbiamo pensato di costruire un parco in mezzo a una casa, ricreare la sensazione di vivere dentro a un bosco» così si è spesso espresso l’architetto torinese.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo