CondominioViaGhedini
Cronaca
VIA GHEDINI

Il condominio è una polveriera: «Mandate via tutti gli abusivi»

Otto appartamenti occupati. Gli inquilini: «Basta con risse e schiamazzi»

Risse, schiamazzi, bivacchi, anche lanci di bottiglie. La convivenza tra inquilini e abusivi, al civico 19 di via Ghedini, diventa ogni giorno sempre più complicata. Da circa un anno e mezzo, ben otto appartamenti della zona del Regio Parco sono occupati dai nomadi provenienti dai campi rom sgomberati. E da quel giorno la musica, per le famiglie del comprensorio, è cambiata.

Far West nel cortile

Una situazione che con la bella stazione è diventata insopportabile. «Questa zona è una polveriera» racconta un inquilino. Dalle 18 fino alle 3 del mattino il cortile diventa “proprietà privata” dei rom che urlano, si prendono a botte e – in alcuni casi – non mancano di lanciare oggetti. «Abbiamo fatto una segnalazione all’Atc – raccontano gli inquilini, esasperati -, perché se la prendono anche noi. Nulla è cambiato, però. Sembra non ci sia alcun modo di uscire da questo brutto incubo».

La situazione

In via Ghedini, ad oggi, sono presenti otto appartamenti occupati abusivamente. Queste, come tutte le occupazioni sul patrimonio delle case popolari, sono all’attenzione di un tavolo di monitoraggio che in Prefettura riunisce tutte le istituzioni coinvolte e le forze dell’ordine e cui competono eventuali azioni. «Ovviamente Atc non essendo una forza di polizia – precisa il presidente, Emilio Bolla -, non può procedere rispetto a comportamenti illeciti o illegali se non diffidando le persone da questi comportamenti e trasmettendo la segnalazione alle forze dell’ordine. Naturalmente ben comprendiamo il disagio dei residenti e ci auguriamo che possano essere messe in atto al più presto azioni volte al ripristino della legalità in questi quartieri»

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo