castello moncalieri
Cronaca
MONCALIERI

Il castello riapre porte e parco: via ai tour su appuntamento

Si potranno visitare anche gli appartamenti del re e delle principesse

Riaprono le sale del castello reale di Moncalieri mentre il parco storico, dopo un lungo di lavoro di recupero, è stato inserito nel panel di eventi e iniziative selezionati dalla Commissione Europea per la Eu Green Week 2021. Nuova linfa per una delle più antiche fra le residenze sabaude, patrimonio dell’Unesco, che a partire da oggi – e dopo il lungo stop determinato dall’anno della pandemia – con il Piemonte in zona gialla accoglie nuovamente i visitatori. Con una bella novità: gli appartamenti di Vittorio Emanuele II e delle principesse Maria Clotilde e Maria Letizia saranno accessibili tutti i venerdì, sabato e domenica. A causa delle precauzioni dovute al periodo, le visite devono essere prenotate con 24 ore di anticipo (www.lavenaria.it, 011.4992 333) e, in accordo con la Direzione regionale Musei, è permesso l’accesso a gruppi guidati di massimo 8 persone per volta. «Un segnale molto positivo per Moncalieri, di inversione e ripresa del cammino dopo le tristemente necessarie chiusure – commenta l’assessore alla Cultura, Laura Pompeo -. Il tutto grazie al prezioso lavoro che la Direzione Regionale Musei sta portando avanti insieme alla città e con il contributo del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude e i carabinieri del 1° Reggimento Piemonte». La riapertura è un tassello vitale delle strategie culturali della Città: «Ora che finalmente è giunto a coronamento il percorso di acquisizione del bellissimo parco storico alle spalle del Castello, proseguono i lavori che consentiranno l’ingresso al pubblico in quel settore, e sarà la prima volta nella storia che quegli scorci potranno essere ammirati da cittadinanza e visitatori». Con una visita guidata, il 4 giugno, il parco storico entra ufficialmente nella Green Week 2021 proiettando Moncalieri in uno dei più significativi programmi internazionali di sensibilizzazione e impulso all’obiettivo inquinamento zero. Un focus qualificato, in calendario in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 31 maggio al 4 giugno, su progetti per il clima e programmi nel campo dell’energia, industria, mobilità, agricoltura, salute e biodiversità. La candidatura del parco storico nell’area tematica “Pro – mozione della salute e del benessere” è stata avanzata dall’assessorato alla Cultura insieme al Dipartimento di Scienze agrarie, forestali e alimentari dell’Università di Torino . «Potremo così dare la giusta visibilità, ben oltre i confini nazionali, non solo alla visita guidata che faremo il 4 giugno, ma anche alla nostra città e al suo prezioso patrimonio verde, su cui abbiamo puntato le strategie peculiari della nostra proposta e del nostro mandato».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo