VialedellaSpina
News
CORSO VENEZIA Transenne, discariche e fuochi accesi nel viale dimenticato

Il cantiere diventa un deserto: «Qui solo furti e abbandono»

L’arteria inaccessibile è una distesa desolata di pietre e barriere

Dovrebbero concludersi entro il mese di aprile ma ormai il condizionale è d’obbligo. I lavori di riqualificazione di corso Venezia, nell’ambito del progetto Passante Ferroviario, sembrano nuovamente ad un punto morto. Lo pensano i cittadini, che vedono pochi mezzi al lavoro. Ma lo si capisce ancora meglio gettando il cuore oltre l’ostacolo ed entrando dentro il cantiere. Impresa non poi così difficile.

Le transenne, sul lato di via Valprato, sono state abbattute e ad ogni ora del giorno e della notte è possibile vedere donne e uomini con cani a spasso per il viale della Spina. Lo stradone che un domani garantirà il passaggio delle auto è una distesa di pietre e transenne. Ma non mancano nemmeno “i passaggi segreti”. La porta di un cantiere, che porta ad un ipotetico parcheggio, è stata aperta.

Qualcuno, in passato, l’ha già varcata. Per bersi una birra e per accendere un fuocherello. Ma ci sono anche discariche, transenne in quantità industriale e distributori di giochi (rotti e ormai in disuso). «Sembra che nessuno passi da queste parti» racconta un residente. A spasso per il vialone abbandonato spuntano anche carrelli della spesa e qualche siringa. «Anche se da queste parti i tossici non vengono più da tempo» rincara un altro cittadino.

Sul fronte lavori la Città aveva recentemente rassicurato la circoscrizione Cinque. La ditta che aveva in appalto l’opera, a causa di una serie di difficoltà finanziarie, aveva dovuto effettivamente lasciare il cantiere. Così il completamento del passante ferroviario, nel tratto compreso tra piazza Baldissera e via Breglio, era diventato di nuovo utopia. Poi a inizio febbraio ecco il ritorno delle ruspe e quello, ancora più atteso, degli operai, pronti a lasciare il campo alla nuova ditta, con il compito di terminare i lavori in corso Venezia entro la fine del mese di aprile. Ma i dubbi, ormai, restano.

«E’ da una settimana che non si vede di nuovo nessuno» lamentano anche i commercianti. Tra Borgo Vittoria e Barriera resta la speranza di veder, prima o poi, riaperto il viale centrale di corso Venezia per smaltire il traffico su via Chiesa della Salute e via Bibiana, alleggerendo i problemi dei residenti e dei commercianti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo