GattoNero
Animali
I CONSIGLI UTILI

Il 17 arriva la giornata del gatto nero: quanti miti e curiosità da sfatare

Alcuni li associano al diavolo, altri invece li ritengono degli autentici porta fortuna

Affascinanti animali da compagnia, ma che continuano a soffrire dello stigma di “porta sfortuna”. Per questo in Italia l’associazione animalista Aida&A promuove la “Giornata del gatto nero”. Ideata inizialmente quindici anni fa, si celebra ogni 17 novembre e mira a cancellare tutti i falsi miti intorno a questo felino.

L’origine

L’origine della superstizione. Di tale convincimento se ne trova traccia dal Medioevo quando, di notte, i cavalli venivano spaventati dagli occhi gialli dei gatti incontrati sulla via. Da qui pare sia nata la leggenda che accomuna i gatti al diavolo. Nello stesso periodo per molti popoli del Mediterraneo il gatto nero veniva associato ad una presenza demoniaca e alle streghe. E siamo ancora al Medioevo quando diversi Papi ne autorizzavano l’eliminazione per la loro presunta vicinanza col maligno. Al contrario, i marinai inglesi li volevano a bordo perché scacciavano la sfortuna e ancora oggi per inglesi, scozzesi e giapponesi incontrare un gatto nero per strada è di ottimo auspicio.

Black cat day

Alla fine è una festa che non solo serve a ridare dignità a questi felini, ma anche a invitare la popolazione a prendersene cura. Non è casuale, infatti, che siano proprio i gatti neri a essere i meno adottati. E poi, al di là del pelo, il gatto aiuta salute e umore. Una recente ricerca pubblicata su Plos One, rivista scientifica della Public Library of Science, ha dimostrato che coccolare il proprio felino tra i 15 e i 40 minuti al giorno diminuisce stress e ansia.

La Befana

La leggenda narra che la notte del 6 gennaio, un gatto tigrato mentre accompagnava la Befana nella distribuzione dei regali, spinto dalla curiosità si sporse dalla scopa e cadde giù finendo nel caminetto di una casa; a quel punto la befana, invece di arrabbiarsi e correre a recuperare il suo compagno a 4 zampe, lasciò il suo gatto nero come regalo alla famiglia. Quest’u ltima con immensa gioia e stupore accolse il gatto a braccia aperte, ed è da quel momento che sulla terra accanto ai gatti tigrati iniziarono a circolare anche i gatti neri. Questa leggenda vuole insegnare che i gatti neri sono simbolo di buona fortuna, perché considerati come regalo della notte dell’Epifania.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo