Il professionista aveva 61 anni, la polizia municipale aveva lanciato un appello per contattare la famiglia

Idraulico muore a casa di una cliente, falsi tutti i recapiti: il padre risolve il mistero

Malore fatale durante la consegna di un preventivo in via Troja, a Torino: come sede della ditta era riportata un'entrata dello Juventus Stadium

Annega nella piscina gonfiabile di casa: inutili i soccorsi (foto depositphotos).

Si è recato ieri, venerdì primo novembre, a Torino, in via Troja, con la sua Ford Focus, a recapitare un preventivo per sostituzione caldaia da effettuare nell’abitazione di una signora. Un idraulico di 61 anni, però, è improvvisamente deceduto presso questa abitazione a causa di un infarto. Con sé non aveva documenti, se non una denuncia di smarrimento.

Gli agenti della Polizia Municipale Torino si sono recati presso il domicilio dello stesso in strada Druento, senza però rintracciare l’abitazione, né un nominativo cui dare la notizia del fatto. L’uomo risultava ancora residente a Borghetto Santo Spirito, in provincia di Savona, ma anche qui i carabinieri, inviati sul posto, non hanno rintracciato alcuno.

Anche la ditta presso la quale lavorava il deceduto, con sede a Venaria, non risultava presente nella località indicata. Per questo motivo dalla polizia municipale hanno rivolto un appello: “Chiunque avesse informazioni utili per dare notizie del decesso ai famigliari dell’uomo è pregato di contattare la Centrale Operativa della Polizia Municipale Torino al numero telefonico 0110111. Si ringrazia per la collaborazione”.

In tarda mattinata, secondo quanto comunicato dal responsabile stampa, il padre 89enne dell’idraulico deceduto improvvisamente ieri si è presentato alla Polizia Municipale Torino e ha svelato il mistero. Nella denuncia di smarrimento dei documenti, peraltro, l’indirizzo dell’azienda coincideva con un’entrata laterale dello Juventus Stadium. 

 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single