vandali libri chiaverano
Cronaca
CHIAVERANO

I vandali bruciano pure i libri: «Ora basta, li denunceremo»

Duro comunicato del Comune dopo i troppi vandalismi

Anche nella piccola Chiaverano, 2mila abitanti in Canavese, il Comune si trova a dover fare i conti con i danni dei vandali. Un fenomeno in tale espansione che dall’Amministrazione è arrivato un comunicato rivolto direttamente alla cittadinanza.

Nelle ultime settimane sono stati distrutti prima tavoli e sedie che erano posizionati di fronte all’Infopoint, realizzati dal cantoniere comunale per i giovani del paese. Poi, la rottura dei vetri della cucina posizionata vicino al parco giochi e la rottura di alcuni vetri del Pluriuso. Neanche i libri si sono salvati: qualcuno ha prelevato i volumi del bookcrossing e li ha bruciati nel cortile di fronte all’ambulatorio medico.

«Dare fuoco ai libri crediamo sia uno sfregio verso la cultura, verso l’intelligenza, verso la nostra comunità tutta – si legge nel comunicato del Comune -. Questi atti si aggiungono ai continui danneggiamenti che continua a subire il parroco presso la Canonica. Non sappiamo chi siano gli autori. Vandali? Idioti? Imbecilli? Delinquenti? Di Chiaverano? Di altri paesi? Faremo tutto il possibile per scoprire chi sono e per denunciarli in modo che paghino per i danni che procurano. Che nessuno si azzardi a dire che sono ragazzate. Il limite che separa le ragazzate da atti vandalici e delinquenziali è stato superato da molto tempo».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo