Varco
News
VIA CIGNA Il muro costruito dalle ferrovie è durato solo una decina di giorni

I tossici si riaprono un varco tra il Sempione e il Passante

L’area continua a essere frequentata da drogati e trafficanti di morte

Quel muro di cemento alto due metri e mezzo è durato, all’incirca, una decina di giorni. L’arma delle Ferrovie, per contrastare il via vai di tossici e disperati tra il parco Sempione di via Cigna e il cantiere del passante ferroviario, ha dovuto fronteggiare un nemico in più: il degrado. Qualcuno, infatti, si è aperto un varco in quel fortino realizzato con new jersey e ringhiere. Come? Sradicando le transenne con un lavoro certosino. «Siamo da punto a capo» spiega un residente, intento a portare i cani nello spazio per i quattro zampe.

Proprio lì dove inizia l’ultimo lotto del passante ferroviario, quello ancora incompiuto in attesa dei finanziamenti, qualcuno ha pensato bene di “mandare tutto in pezzi”. Compreso il sogno di riqualificazione di un angolo di Barriera di Milano che da anni riempie le pagine a causa del consumo di eroina e delle fabbriche trasformate in dormitorio. Da tempo, infatti, i residenti hanno smesso di frequentare quella porzione di parco che si trova vicino all’area cani e al centro anziani. «Semplicemente perchè è pieno di drogati, non si può nemmeno fare due tiri a pallone» raccontano in tanti.

Sull’argomento si era recentemente spesa anche la presidente della circoscrizione Sei, Carlotta Salerno. Dalla rotonda di via Breglio fino a corso Grosseto, infatti, c’è un grosso terreno abbandonato, ma oggetto recentemente di una piccola bonifica che ha cancellato rifiuti e altre porcherie. Ma tra le piante è facile trovare anche siringhe. Persino il sangue di un povero cane, ucciso con i pezzi di una lavatrice. E poi l’ex Carlin, più volte occupata e più volte sgomberata. Fino all’incendio della vecchia Gondrand dello scorso aprile, con trenta veicoli bruciati. Se non è il far west poco ci manca.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo