TorinoCaselle
Economia
CASELLE

«I torinesi ritornano a volare», ma i dati pre-Covid sono lontani

Più 46% dei passeggeri nell’ultimo anno ma 47% in meno rispetto al 2019

Sono più di due milioni i passeggeri partiti o arrivati dall’aeroporto di Caselle nel corso del 2021. Numeri in netto aumento rispetto all’anno precedente: 658mila passeggeri in più, pari al +46,7% sui dati del 2020. Ma in calo rispetto, invece, al 2019, l’ultimo anno non caratterizzato dalla pandemia: -47,7%. I 2 milioni e 66mila passeggeri dello scalo subalpino hanno permesso in parte di recuperare quanto perso nel 2020 proprio a causa del dilagare del Covid.

Per quanto concerne il segmento nazionale, nel 2021 si sono registrati volumi pari a 1,4 milioni di passeggeri, attestandosi a un +68,1% sul 2020 e a un -21,9% sui dati del 2019. Le rotte preferite sono state quelle per il Sud Italia e le Isole. A livello internazionale, invece, sono stati registrati 571mila passeggeri nel 2021, in crescita sul 2020 (+10,6%), ma ancora in netto calo rispetto al 2019 (-71,9%).

Il divario del segmento internazionale rispetto all’epoca pre-pandemica si è fortemente ridotto negli ultimi due mesi dell ’anno: con l’avvio della stagione winter 2021/2022 a novembre sono partite le operazioni della nuova base Ryanair, che a Torino ha posizionato due aeromobili e lanciato 21 nuove rotte, di cui 19 internazionali. Ciò ha consentito a Torino Airport di posizionarsi fra i primi 15 scali in Europa che nella stagione winter hanno avviato il maggior numero di rotte.

A questo si aggiunge inoltre la ripresa del traffico neve dai mercati del Nord Europa, dell’Irlanda e della Gran Bretagna, con la conseguente ripartenza dei voli charter degli sciatori. I segni di ripresa si possono anche vedere dal dato relativo al mese di dicembre, dove l’aeroporto di Caselle si è attestato tra i primi dieci migliori scali regionali europei in termini di recupero del traffico. Dati “figli”, anche, dei nuovi collegamenti verso Sud Italia e Isole, con tre nuove rotte: Pescara, Reggio Calabria e Trapani.

A livello internazionale, invece, la grande novità è stata la compagnia aerea Binter, con i suoi voli per Gran Canaria. Inoltre, grazie a Volotea, i voli per Mykonos e Minorca così come i voli Ryanair verso Chania (Creta), Corfù, Rodi e Palma de Mallorca. Senza tralasciare i voli per l’Est Europa. Come Leopoli, in Ucraina, con Ryanair e Bacau, in Romania, con Wizz Air.

Il 2021 di Turin Airport – che tutt’ora è hub vaccinale e in cui sono state somministrate oltre 95 mila dosi di vaccino da aprile, mese di apertura, a dicembre – è stato caratterizzato anche dall’apertura della base Ryanair, con due aerei e 33 rotte: Birmingham, Bristol, Budapest, Cracovia, Copenaghen, Dublino, Edimburgo, Kiev, Lanzarote, Londra Luton, Madrid, Malaga, Marrakech, Parigi Beauvais, Shannon, Siviglia e Tel Aviv. Inoltre, da segnalare la novità del volo verso Parigi di Vueling.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo