StazioneDora
Amarcord
9 SETTEMBRE 1943

I soldati e la manifestazione alla stazione Dora

Durante la Seconda Guerra Mondiale

L’ottocentesca stazione di Torino Dora non esiste più: è stata demolita completamente nell’ambito dei lavori del Passante nell’anno 2011, non senza le proteste dei residenti e dei comitati di quartiere che volevano tutelare quello che era a tutti gli effetti un simbolo di Barriera di Milano e di borgo Vittoria. Al suo posto è stata costruita la moderna stazione di testa della linea Torino-Ceres.

Nel periodo bellico, la stazione Torino Dora fu colpita da una bomba incendiaria che distrusse parzialmente alcuni fabbricati di quella zona; ma l’episodio più significativo avvenne il 9 settembre 1943: i soldati giunti per disperdere dei manifestanti che stavano tenendo un comizio politico si unirono a loro dando un significativo stimolo alla resistenza in città.

Nuovamente, la stazione tornò all’onore delle cronache perché nell’aprile 1945 fu teatro di alcuni violenti scontri tra partigiani e milizie nazi-fasciste; in quell’occasione morì Luciano Torre (1923-1945), ricordato da una targa un tempo apposta sul muro perimetrale della stazione.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo