vittoria europei
Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO

I riti hanno funzionato!

E bravi fieuj! A l’è bastà déve doe drite e l’ève fait benissim ël trigomiro magic: soma campion! Abbiamo vinto contro l’Inghilterra vera, non quella da vetrina di Wimbledon, Oxford e Cambridge, quella che ha inventato il calcio non nelle strade e nelle piazze, ma sull’erba rasata dei college. L’abbiamo spuntata non sugli inglesi del “five o’clock tea” ma su quelli beceri e incupiti dal porridge e dalla birra amara, sugli inglesi patriottardi e maligni che si divertono a farti ripetere sei volte la domanda prima di darti un’informazione per strada, e a volte se ne vanno facendo finta di non capire. Abbiamo battuto quell’Inghilterra che ha dovuto mandare in galera per anni gli hooligans per domarli e avere come loro eredi i 60mila selvaggi dell’altro ieri a Wembley: gentaglia che fischiava il nostro inno, che ululava mentre attaccavamo, che uheggiava tutti i nostri rigori. Pensavano di meritare la Coppa per diritto divino, loro, anche se sanno solo giocare a ‘palla avanti e pedalare’. Si ritengono gli inventori dello spirito sportivo, lorsignori, e poi si sfilano dal collo la medaglia d’argento appena ricevuta. Pensate cosa avrebbero detto se Berrettini a Wimbledon si fosse presentato al pubblico del Centrale a far le dichiarazioni post partita col piatto d’argento del secondo posto sotto l’ascella! Ma sono loro quelli che fa godere aver battuto. L’Inghilterra avida ed egoista di Johnson, che ha riempito Wembley (lasciando a noi solo il 10% dei posti) con un pigia pigia pazzesco snobbando i moniti europei per l’emergenza Delta. L’Inghilterra vera, nuda e livorosa che ha svuotato Wembley in fretta e furia piuttosto che applaudire i vincitori. Brexino, brexino pure, signori, lo spettacolo è finito.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO
Buonanotte
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo