Peccei
Cronaca
BARRIERA DI MILANO

I primi sette anni del Peccei: dopo furti e vandalismi il sogno della ripartenza

Nel polmone verde di Spina 4

Quella del parco intitolato alla figura di Aurelio Peccei, tra le vie Cigna e Valprato, è una trasformazione complessa che dura da vent’anni e che coinvolge la Spina 4. Inaugurato nel maggio nel 2015, nell’area dove una volta sorgeva uno stabilimento Fiat, come fiore all’occhiello del quartiere Barriera di Milano. Eppure in meno di dieci anni già oggetto di atti vandalici, di furti e di problemi legati ai clochard e alla droga.

Cosa contiene?

27mila metri quadrati di prato, 420 alberi, un centinaio di corpi luminosi a led, giochi e attrezzi per grandi e piccini, percorsi ciclabili. E soprattutto uno spazio di oltre 1000 metri quadri delimitato da una caratteristica collinetta rivestita in gomma colorata che ospita al suo interno numerose attrezzature per il gioco suddivise per fasce d’età. Ad arricchire il parco contribuiscono dieci opere d’arte ispirate alla storia operaia dell’area. Per ricordare le attività industriali di un tempo. Le opere sono state realizzate da giovani artisti che hanno partecipato a un concorso nazionale di idee aperto a studenti degli istituti di Alta Cultura e delle Facoltà di Architettura indetto della Città, in collaborazione con Politecnico e Accademia Albertina delle Belle Arti. Infine Iren Servizi e Innovazione ha provveduto alla progettazione, realizzazione e posa degli impianti di illuminazione del parco, nel pieno rispetto dei criteri di sostenibilità e di attenzione all’ambiente.

I problemi

Il programma di sviluppo urbano partito nel 2011 e finalizzato a innescare un processo di miglioramento complessivo dell’area del quartiere si è spesso scontrato con i raid vandalici. Le attrezzature per il fitness sono state divelte in più occasioni, l’opera d’ingresso al parco è stata imbrattata mentre lungo il perimetro (lato zona industriale) capita anche di incrociare tende o personaggi di dubbio gusto intenti a bivaccare. A fare da contrasto, però, ci sono gli eventi e anche la volontà delle famiglie di prendersi il territorio. Le aree giochi sono molto frequentate, così come gli spazi per i più grandicelli (una piastra polivalente).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo