panama
Cronaca
IL CASO. Un testimone rivela l’onorario dell’avvocato killer

I MISTERI DI PANAMA. “Parcella” di morte: «Con 4mila dollari ne faccio fuori due»

Dopo l’arresto per l’omicidio Ferrari altri sospetti. Il Pm: «Non si esclude che c’entri con Zeviani»

Quattro morti ammazzati, un’avvocatessa in carcere con l’accusa di omicidio, il sospetto che ci sia lei anche dietro un altro giallo: la scomparsa di Cristiano Zeviani, erede di Francesco Vagnino, inghiottito nel nulla due anni fa.

È un intrigo internazionale quello di Panama. Con due protagonisti, nel ruolo di vittime per ora presunte, che sull’istmo erano arrivati da Torino. Uno è Zeviani, l’altro Furio Ferrari, che secondo gli inquirenti sarebbe stato torturato fino alla morte con la moglie Marialena Vallarino dal legale cui si era rivolto per una intermediazione immobiliare.

Quella Zoraida Saucedo Lezcano che adesso si trova in carcere e deve rispondere anche di altri due delitti. Sarebbe stata sempre lei, hanno ricostruito gli investigatori, a far fuori un imprenditore canadese e un panamense, pure loro “agganciati” nell’ambito di una operazione immobiliare.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo