mercatini natale gn
Cronaca
LE FESTE

I mercatini lasciano le piazze auliche. E per Natale torna il videomapping

L’albero prende casa in piazzetta Reale e il Calendario dell’Avvento trasloca nei pressi del Duomo

I mercatini di Natale lasciano le piazze auliche e si allargano in tutta la città. È partita la corsa per presentare i progetti che riguardano i tradizionali allestimenti che si terranno in città dal 7 al 24 dicembre. Quest’anno l’amministrazione del sindaco Stefano Lo Russo ha scelto di puntare su un evento «realizzato in maniera diffusa su tutto il territorio cittadino» si legge nella delibera di giunta approvata nella mattinata di ieri. È previsto «il coinvolgimento attivo delle Otto Circoscrizioni le quali, terminato l’esame delle proposte pervenute, dovranno inviare all’assessorato al Commercio la comunicazione del proprio interesse nonché l’eventuale patrocinio all’iniziativa» viene scritto nell’atto. Tutti i progetti dovranno rispettare alcuni criteri relativi alla qualità dei prodotti esposti sulle bancarelle. «Sono ammissibili le tipologie merceologiche che devono far riferimento esclusivamente alla tradizione locale dell’Avvento e che saranno meglio specificate con successivo provvedimento dirigenziale, nel quale verranno anche individuate le tipologie escluse» si esplicita in delibera. E quindi largo ad artigianato locale e dolcetti tipici piemontesi. Le bancarelle non potranno essere allestite in piazza a San Carlo, Castello, Vittorio Veneto, Carlo Alberto, Carlo Felice, Statuto, Carignano, Cln e Palazzo di Città. Si salva piazza Solferino. Già confermato invece il mercatino al Cortile del Maglio e in piazza Santa Rita.

In attesa di vedere quali proposte arriveranno in Comune per i mercatini, il dibattito si sposta sull’allestimento dell’albero di Natale. La prima ipotesi è di montarlo in piazzetta Reale, ma problemi di sicurezza potrebbero rendere necessario un cambio in corsa, in favore di piazza Vittorio. Cambio di location anche per il tradizionale calendario dell’avvento, che prende casa nei pressi del Duomo di Torino, alle spalle di Palazzo Reale. Il magico Presepe di Emanuele Luzzati invece verrà allestito alle Vallette.

C’è ancora una sorpresa. Nei corridoi di Palazzo Civico si mormora che l’assessore alla Cultura Rosanna Purchia sia riuscita a coinvolgere il celebre direttore della fotografia Luca Bigazzi nel palinsesto dei festeggiamenti di Natale. Dopo lo spettacolo del 25 aprile, Bigazzi si cimenta nuovamente con il videomapping. Oltre alla facciata del Municipio, potrebbe essere coinvolta anche piazza San Carlo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo