Citofoni rotti a Barriera Milano
News
IL CASO

I ladri fanno incetta di ottone: rubati i citofoni del quartiere

Gli ultimi episodi nelle palazzine di corso Giulio Cesare e largo Sempione

L’ottone sparisce dalle case di Barriera di Milano lasciando numerose famiglie senza il citofono. Dopo i furti nei cimiteri, i predoni sono tornati in azione rubando le pulsantiere da corso Giulio Cesare e da largo Sempione. Seppur in due circostanze diverse. L’ultimo caso nella notte tra giovedì e venerdì quando il civico 103 è finito nel mirino di ignoti ladri che hanno smontato la pulsantiera. Il tutto, per altro, in una zona molto trafficata. «A volte sono falsi tecnici – racconta un barista, autore della segnalazione – che agiscono persino in pieno giorno, lasciando le vittime con un pugno di mosche in mano».

Staccando le targhe ed estirpando i campanelli, smontandoli pezzo per pezzo, i farabutti riescono ad asportare tutto l’impianto. Caso non raro a Torino dove negli ultimi anni c’è stata una vera e propria pioggia di lamentele che ha toccato vari quartieri. In alcuni casi i delinquenti si sono portati a casa tutto l’impianto, dal microfono esterno al trasformatore. Colpi che non hanno risparmiato nemmeno Vanchiglietta dove, in passato, sono sparite pulsantiere in ottone e alluminio. Da via Pallanza a via Oslavia passando per corso Cadore. O Aurora dove i ladri hanno portato via persino le maniglie dai portoni d’ingresso.

Dopo i furti di rame e ghisa, insomma, sono arrivate anche le bande specializzate nel razziare via l’ottone. Al civico 170 di largo Sempione l’altro episodio, registrato durante le scorse festività. Purtroppo, anche in questo caso, gli inquilini si sono accorti della beffa solo a cose fatte. Citofoni sradicati dai muri senza troppi complimenti – in passato – anche in zona Lucento e all’interno dei cimiteri di Orbassano e None. A sparire sono stati gli oggetti di ornamento delle tombe.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo