La Pmt di Pinerolo
News
Indagano i carabinieri

IL FURTO. I ladri di rame fermano la Pmt. E gli operai temono il sabotaggio

Il raid blocca lo stabilimento nel mezzo del caos dovuto al fallimento

Danno e beffa per la Pmt di Pinerolo e soprattutto per i suoi lavoratori. Dopo la dichiarazione di avvenuto fallimento di fine gennaio, che ha lasciato in mezzo alla strada 180 dipendenti senza stipendio, la scorsa notte ignoti sono penetrati nel capannone e hanno rubato alcuni cavi di rame dell’impianto elettrico. Altri sono invece stati smontati ma abbandonati sul posto.

Ingenti i danni subiti da uno stabilimento che, inevitabilmente, ad oggi non è più quindi in grado di produrre. E la cosa è grave per l’iter che il curatore fallimentare stava portando avanti per tentare di vendere l’azienda a terzi, salvando quanti più posti di lavoro possibile. Infatti per agevolare le trattative di cessione era stato autorizzato l’esercizio provvisorio dell’attività fino a fine febbraio e una quarantina di lavoratori avrebbero dovuto portare a termine alcune commesse. Ma con questo furto, non è più possibile. Una delegazione di lavoratori si è recata in municipio, mentre si attendono comunicazioni da parte del curatore.

Sul fatto indagano i carabinieri e al momento ogni ipotesi al vaglio non è da scartare. Oltre al semplice furto dei ladri del cosiddetto “oro rosso”, che attaccano spesso i capannoni industriali certi di portare via un bottino cospicuo per poi rivenderlo al mercato nero, tra alcuni dei dipendenti si è fatta anche strada l’idea che possa essersi trattato di un sabotaggio. Forse per far calare il valore dell’azienda in vista di un compratore, visto che al momento è arrivata solamente un’offerta (bassa) di una industria dell’Europa dell’est che però prevederebbe l’assunzione di meno della metà dei dipendenti coinvolti dal crack. Insomma, un fatto che per alcuni non sarebbe ascrivibile ai soliti criminali comuni.

In queste ore la politica sta cercando di smuovere tutti i mezzi possibili per trovare una strada percorribile per salvare i lavoratori dalla perdita del posto. Oltre al sindaco Luca Salvai che sta seguendo la situazione ora dopo ora, anche la senatrice Magda Zanoni ha presentato un’interrogazione al ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico per sapere quali misure intenda adottare il Governo per contrastare il grave stato di crisi finanziaria che ha investito la Pmt.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo