Giardini
Cronaca
CROCETTA

I giardini tra incuria e vandali: raccolte 350 firme di protesta

Nel mirino le aree verdi di largo Re Umberto e del passante ferroviario

Poche aree gioco per bambini piccoli, con famiglie costrette a spostarsi in altri quartieri per far svagare i figli al ritorno da scuola. Uno dei temi più cari agli abitanti della Crocetta, oggetto di una petizione depositata a febbraio. Il testo è stato sottoscritto da oltre 350 residenti e chiedeva di riqualificare il giardino del passante ferroviario e quello di largo Re Umberto, dotandoli di attrezzature in grado di colmare il gap. «Il rinnovo del parco della Clessidra non prevede aree gioco bimbi, in un quartiere già statisticamente carente e con le poche aree attrezzate assolutamente inadeguate», scrivevano sconsolati gli autori della petizione.

A inizio anno avevano chiesto all’amministrazione un intervento straordinario per metterne a nuovo due esistenti, che risultavano semi-abbandonate. «Pochi alberi, recinzioni mancanti o logore, pavimentazione sconnessa, panchine rovinate, pochi giochi e comunque inadatti a soddisfare le necessità di bambini più piccoli», spiegavano. Se il passante ferroviario è rimasto com’era, tra giugno e ottobre invece lo spiazzo circolare incastonato tra corso Tirreno e corso Galileo Ferraris ha subito delle trasformazioni, con lavori di manutenzione e adeguamento anche sotto il profilo della sicurezza.

«Accogliamo con favore l’intervento, anche se il fatto che sia stato deciso prima di esaminare le nostre richieste ci ha un po’ tenuti fuori dai giochi», spiega Veronica Mabritto, tra i sottoscrittori del documento. In particolare è stata “ignorata” la richiesta di prevedere un’area cani nei pressi del parco giochi. Ora resta da riqualificare l’area del passante. Qui, oltre all’installazione di giochi nuovi, gli abitanti chiedono ombreggianti per l’estate, il ricambio della pavimentazione antiurto, l’installazione di telecamere di sorveglianza anti vandali.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo