stefano buono newcleo
Cronaca
IL CASO

I futuri reattori nascono già a Torino, eppure verranno costruiti in Francia

L’azienda Newcleo ha la base in via Galliano e ha raccolto 300 milioni per creare energia nucleare

I reattori nucleari del futuro verranno progettati a Torino ma saranno costruiti in Francia: è il paradosso creato da Newcleo, azienda che lavora nel settore dell’energia nucleare “pulita”. E’ nata soltanto a settembre 2021 come start up, ha sede a Londra ma occupa cento ricercatori in via Galliano, nei pressi del Politecnico. E ora ha raccolto i primi fondi per avviare il suo piano: come annunciato dall’azienda in una nota, ha messo insieme 300 milioni di euro e ha chiuso con successo l’aumento di capitale lanciato a marzo. La stessa nota spiega che le risorse appena raccolte «serviranno per accelerare la crescita di Newcleo e la sua espansione strategica nel settore della combustione nucleare con i reattori di nuova generazione, rispetto agli attuali sprechi prodotti dai reattori tradizionali». L’azienda punta, infatti, ad arrivare a 500 dipendenti nel 2023 e «affermarsi e generare per il mondo energia pulita, sicura, economica e praticamente inesauribile, attraverso una combinazione innovativa di tecnologie accessibili ed esistenti». Per questo, di recente, ha avviato le attività della controllata Newcleo sa in Francia. «Un mercato strategicamente importante», anche alla luce dell’intenzione del governo francese di allungare la vita degli attuali reattori nucleari e di costruirne di nuovi. Più nel dettaglio, Newcleo sa vuole dare vita a un impianto di produzione di ossidi misti di plutonio e uranio (Mox), un tipo di combustibile nucleare già approvato in Francia che dovrebbe permettere un passo in più in termini di costi, sostenibilità e sicurezza. Non solo: Newcleo punta poi a espandersi con nuovi impianti nel Regno Unito, proprio grazie alle nuove risorse incassate in questi mesi. In Italia, invece, ci si può limitare soltanto alla ricerca. E la società comunica nella sua nota che «il team scientifico e di supporto di Torino sta crescendo in maniera costante». Commenta il presidente e amministratore delegato dell’azienda, Stefano Buono (in foto): «Newcleo sta rispondendo rapidamente alla pressante richiesta di energia pulita e sostenibile. I recenti sviluppi geopolitici hanno innegabilmente rafforzato l’importanza del nucleare nel garantire una sicurezza energetica globale e il necessario cambio di passo per la “decarbonizzazione”. Lo slancio è forte e l’appetito del mercato dei capitali è evidente. È il momento giusto per cambiare il paradigma dell’energia nucleare e spostarsi verso una nuova tecnologia, in grado di affrontare in modo sostenibile le maggiori preoccupazioni della nostra industria: costi, sicurezza e sprechi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo