Chiellini
Sport
STAGIONE DA INCUBO

I fantasmi di Chiellini: «Questa Juve sembra quella di Gigi Delneri»

Giorgio Chiellini, ex capitano della Juventus e della Nazionale, prova a metterci una pezza anche da Oltreoceano, là dove dopo aver vinto la Western Conference con i suoi Los Angeles Fc si sta preparando per affrontare i playoff. L’ex capitano della Juventus, però, è sempre attento alle vicende di casa della Vecchia Signora, specie in un momento così delicato: «Soffro per la Juve, questa crisi mi ricorda il 2010». L’ex difensore della Juve e della Nazionale ha analizzato a Sky Sport il momento “no” della Juventus, in ritiro da ieri dopo la brutta sconfitta con il Maccabi: «Mi dispiace vederla con questi problemi. Non c’è un solo colpevole – ha sottolineato Chiellini ora a Los Angeles in Mls – ci sono tante persone che lavorano insieme e che possono fare di più. Questi momenti così difficili li abbiamo vissuti nel 2010». Non una stagione qualunque. Era il primo anno di presidenza di Andrea Agnelli con l’arrivo dei nuovi dirigenti Marotta e Paratici nei ruoli di amministratore delegato e direttore sportivo. Come allenatore fu scelto Gigi Delneri che gli stessi avevano avuto con loro nelle stagioni precedenti alla Sampdoria. Ebbene, quella della Vecchia Signora, fu una stagione con pochi alti e tanti bassi. Una stagione chiusa al settimo posto in classifica in Serie A, fuori sia dalla Champions League fuori dall’Europa League. Una Signora fuori da tutte le competizione europee. Una Signora che al termine di quell’anno decise di ripartire da Antonio Conte e dalla sua juventinità. Quello stesso Antonio Conte – ora tecnico del Tottenham – di cui si è riparlato nell’ultimo periodo. A fine stagione, infatti, in molti lo rivorrebbero vedere in panchina, a partire dal vice-presidente della Juventus Pavel Nedved. Proprio l’ex Furia Ceca, infatti, avrebbe già voluto sostituire Allegri dopo il ko clamoroso contro il Monza e affidare la squadra ad un altro bianconero doc, quel Pablo Montero impegnato ora come tecnico della Primavera (Under 19) bianconera. Un traghettatore insomma nell’attesa di arriva al termine del campionato e di riportare sotto la Mole Conte. Magari con un’altra presidenza, per poter provare a ripartire ancora una volta insieme come dopo il 2010.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo