Alimonda
News
AURORA Gli organizzatori dell’iniziativa: «Troppi vandali e ubriachi, diciamo basta all’incuria»

I cittadini si “armano” di scope per ripulire i giardini Alimonda

Il progetto è dell’associazione “Amici di Aurora social street” e si terrà l’11 marzo

Ostaggio di maleducati e incivili, i giardini Alimonda tentano di rifarsi il look. Il progetto è dell’associazione “Amici di Aurora social street” che ha deciso di organizzare l’evento “PuliAlimonda e laboratorio ecologia”. Un pomeriggio costruttivo, di pulizia partecipata, per rimettere in sesto i giardini e insegnare, a residenti e bambini, cosa bisogna fare per cercare di tenere in ordine un luogo che dovrebbe essere alla portata di tutti.

L’iniziativa – organizzata anche con il supporto di Tèknè Teatro, associazione islamica delle Alpi e Amece – si terrà il prossimo 11 marzo. «Un pomeriggio insieme – spiega la presidente di Amici di Aurora, Maria Grazia Montaruli – per conoscerci e prenderci cura del giardino. Teoricamente l’evento sarebbe stato oggi ma abbiamo dovuto rinviarlo causa maltempo».

Ai partecipanti verranno forniti gli attrezzi del mestiere: palette, rastrelli e sacchetti. All’interno delle pulizie anche un laboratorio ecologico per i bambini, a cura di Tèknè Teatro. «Puliremo l’area giochi – continua Montaruli – e anche le nuove piastre su cui si sono riversate le attenzioni di vandali e ubriaconi».

Nell’attesa dei risultati del bando Co-City della Città di Torino, che pubblicherà online una apposita graduatoria. Le idee meglio classificate potranno partire con la progettazione partecipata. Tra le proposte, ad esempio, c’è AliMondi, ideato dagli Amici di Aurora e presentato qualche giorno fa al tavolo di progettazione civica.

«Pochi mesi fa – prosegue Montaruli – abbiamo organizzato l’iniziativa “Il giardino delle sciarpe”. Donando sciarpe, berretti e guanti in tre giardini». Al Madre Teresa di Calcutta, all’Alimonda e al punto verde di via Como. Quest’ultima, forse, poco conosciuta all’interno del quartiere Aurora.

Le iniziative di sensibilizzazione e pulizia verranno portate avanti una volta al mese. Nella speranza di scoraggiare soggetti come ubriaconi e spacciatori che a più riprese hanno fatto, per anni, il bello e il cattivo tempo nei giardinetti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo