cani campagna escrementi cartello
Cronaca
SAN BENIGNO

I cani nel mirino dei contadini: «Non vanno portati nei campi»

Cartelli per vietare l’accesso: «Portano malattie agli animali da allevamento»

«Basta con gli escrementi dei cani sui nostri campi». È questo il grido che arriva dagli agricoltori di San Benigno che, mercoledì mattina, e hanno tappezzato le loro campagne di cartelli«Amate la campagna? – si legge nel cartello – Anche noi! Escrementi di cani nell’erba e nel fieno danneggiano la salute di bovini e persone. Lo sterco nel foraggio non è né igienico né appetibile. Tenete i cani al guinzaglio. Il gettare lattine, bottiglie e sassi nei prati può danneggiare macchinari e provocare incidenti. Mantenete i nostri prati puliti. I contadini e il loro bestiame ringraziano per il riguardo, e vi augurano una piacevole passeggiata». Un cartello che si chiude con un «vietato l’accesso ai cani».

Un’azione, raccontano gli agricoltori locali, figlia dell’esasperazione di questi giorni. «Noi – spiegano i proprietari dei campi della zona – abbiamo interpellato il sindaco perché facesse lui una campagna di informazione contro questo che sta diventando un problema serio. Ci sono persone che vanno nei nostri campi scambiandoli per parchi. Noi con quei prati ci viviamo, li utilizziamo per alimentare i nostri animali. Gli escrementi dei cani sono un portatore sano di parassiti che poi si annidano negli erbivori. Abbiamo già provato, più volte, in ogni modo, a far smettere questa situazione ma nulla è cambiato, pare che tutto gli sia dovuto, che debbano far correre per forza i cani nel prato. Gli tirano i bastoni, le pietre e poi arriviamo noi con i nostri macchinari che si spaccano perché i bastoni si incastrano nelle nostre macchine. È una questione di maleducazione: se tu vai in un posto e non è tuo bisogna rispettarlo ma questo non viene fatto. Durante il lockdown addirittura si prestavano il cane per andare a spasso nei nostri prati. Anche noi abbiamo dei cani ma stanno a casa e non vanno nelle proprietà altrui».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo