DYBALA
Sport
QUI JUVE

I bianconeri tornano al lavoro: Dybala vuol riprendersi tutto

Primo giorno di Allegri. Chiellini prolunga il contratto

Pronti a salpare, anche se in realtà alla nave ormeggiata al porto della Continassa mancherà più di metà equipaggio. Domani sarà il giorno di Massimiliano Allegri, che torna da comandante in capo, e di pochi altri anche se molti in realtà sono i nodi da sciogliere. Ora che l’Europeo è alle spalle. In casa Juve è tempo di mercato, con alcuno casi paradossali.

Giorgio Chiellini, nuovo re di Londra, è tornato a casa non solo con la coppa ma soprattutto con la convinzione di tirare dritto almeno un altro anno e mezzo se non due, giusto per arrivare ai Mondiali di Qatar. Paradossalmente l’infortunio che lo aveva tenuto fuori a lungo e il lockdown hanno avuto l’effetto benefico di allungargli la carriera, per quello che abbiamo visto nell’ultimo mese sarebbe un controsenso pensate ad una Juve senza di lui, eppure è così. Almeno fino a quando non firmerà il rinnovo, cosa che dovrebbe succedere entro questo fine settimana.

Come lui ha fatto festa Federico Bernardeschi che però tutte queste certezze non le ha. Quattro anni fa è arrivato a Torino per 40 milioni e con 40 milioni di speranze. Oggi forse non vale quell’investimento ma di sicuro chiede spazio e non è detto che Allegri riesca a darglielo. Per questo può partire, a patto che nessuno ci rimetta.

E poi Cristiano Ronaldo che insieme al suo agente ha messo in piedi la più classica delle meline. Entrambi aspettano una chiamata come si aspetta Godot e così di fatto tengono in scacco la Juve che dal futuro di CR7 in qualche modo deve ripartire, qualunque sia la decisione finale. Loro tre comunque in ritiro non ci saranno, almeno non ora: CR7 se va bene arriverà attorno al 20, mentre gli azzurri avranno almeno tre settimane per rilassarsi dopo una stagione infinita.

Chi invece si presenterà fin da subito è Paulo Dybala. L’argentino è già a Torino dopo aver svernato a Miami, e aspetta la convocazione. Non quella di Allegri, che è scontata, ma di Agnelli e Cherubini per mettere la firma sul nuovo contratto, da almeno 10 milioni di euro. Uno scoglio sul quale da mesi si è arenata la trattativa, con la prospettiva concreta che dal prossimo anno scelga il suo destino senza più avere la Juve di mezzo. Insieme a lui, in questo primo ritiro, anche Arthur, Frabotta, Rugani, De Sciglio, Perin Pinsoglio, Luca Pellegrini, Pjaca, ma anche Dragusin e Fagioli. E alcuni di questo, se non molti, sono pure destinati a partire. Davvero non facile far salpare la Juve.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo