Schermata 2017-06-13 alle 08.17.55
News
BANCHETTE

Hanno dato fuoco alla scuola media. Denunciati cinque studenti 14enni

I minorenni si sono giustificati dicendo che volevano saltare gli ultimi giorni di lezione

Hanno un nome e un volto i vandali che hanno incendiato la scuola media di Banchette. E come si è sempre sospettato si tratta di studenti dello stesso istituto, cinque 14enni che sono stati denunciati dalla polizia e che si sono giustificati dicendo che volevano saltare gli ultimi giorni di lezione.

La polizia giudiziaria del commissariato di Ivrea, a conclusione delle indagini durate un paio di settimane, ha denunciato i ragazzi perché ritenuti responsabili a vario titolo dell’incendio e dei vari furti e danneggiamenti avvenuti all’interno dell’istituto nel periodo tra il 10 marzo e il 25 maggio. Gli investigatori della polizia, coordinati dal vicequestore Gianluigi Brocca, avevano rapidamente individuato i probabili responsabili, in particolare dei due incendi che avevano interessato l’istituto scolastico nelle notti del 21 e 23 maggio scorso. Inizialmente, però, si era pensato che ad agire fosse stato un gruppo di minorenni aiutato da un paio di maggiorenni. Alla fine, invece, il gesto è da attribuirsi ad una baby gang di studenti della scuola che avrebbero agito per evadere dalla noia quotidiana e per saltare gli ultimi giorni di scuola, così almeno si sarebbero spiegati di fronte agli inquirenti.

Nei mesi passati la scuola era stato bersaglio di svariati atti vandalici e furti ai distributori automatici. Gli episodi più gravi però sono stati i due roghi dolosi avvenuti tutti nottetempo e che hanno devastato due padiglioni. Il primo occupato dagli uffici amministrativi e il secondo dalla mensa e dalle aule degli studenti.

A causa degli incendi i ragazzi avevano concluso l’anno scolastico frequentando altre scuole dei paesi vicini. Nel corso dei roghi erano spariti anche l’hard disk di uno dei computer della direzione, tanto che si era pensato che gli studenti cercassero di eliminare, così facendo, eventuali brutti voti nel registro digitale. Ora la competenza passa al tribunale dei Minori che dovrà decidere come agire in merito ai reati di incendio doloso, furto e danneggiamento che vengono contestati ai cinque ragazzini.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo