Guerra in Ucraina (foto depositphotos)
Esteri
135esimo giorno

Guerra, Mosca a colloquio con Ankara e Kiev per il grano: “Occidente smetta di bloccare le consegne” [LA DIRETTA]

Otto civili morti dopo essere stati costretti dagli occupanti a sminare una fabbrica. Zelensky: “Aiuti americani non sono sufficienti”

Siamo giunti al 135esimo giorno di guerra in Ucraina. Tutti gli aggiornamenti in diretta, ora per ora, dal conflitto e con le dichiarazioni dei protagonisti.

AGGIORNAMENTO ORE 10:00. Mosca, colloqui con Ankara e Kiev sul grano. Lo riferisce il ministro degli Esteri russo Lavrov, che ha inoltre aggiunto: “I paesi occidentali smettano di bloccare artificialmente le consegne russe a Paesi che hanno acquistato il nostro grano”.

AGGIORNAMENTO ORE 01:00. Zelensky: “Aiuti americani non sono sufficienti per sconfiggere la Russia”. Il presidente ucraino ha parlato alla CNN: “L’assistenza degli americani è sostanziosa, ma non sufficiente”. Sull’ingresso nella Nato ha aggiunto: “Sarebbe un errore non volere noi o Finlandia e Svezia nell’Alleanza”. E sulle dimissioni di Boris Johnson: “La linea della Gran Bretagna sul conflitto resterà la stessa”.

AGGIORNAMENTO ORE 00:30. Otto civili ucraini sono morti dopo essere stati impiegati dai russi per sgomberare le macerie di un impianto metallurgico bombardato a Mariupol, a causa dell’esplosione di una mina. Lo denuncia sui social un consigliere del sindaco in esilio, Petro Andriuschchenko.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo