TROFARELLO Un problema dopo l'altro

Tra guasti, ritardi e soppressioni la settimana nera per i pendolari

Dalle 7.50 del mattino alle 17.50 del pomeriggio disagi a catena sulla Sfm1

Cancellazioni, ritardi fino a 45 minuti, difficoltà nel reperire informazioni per capire come muoversi per raggiungere le proprie destinazioni. Se la settimana era iniziata male per i pendolari che utilizzano quotidianamente i treni della la Sfm1, gestita da Gtt, per recarsi a scuola o al lavoro, ieri è finita pure peggio. Per tutta la giornata, a causa di una serie di guasti verificatisi a Trofarello, sulla tratta Torino-Chieri si sono accumulati ritardi e soppressioni.

Il primo guaio, già alle 7,50 del mattino quando il treno 4104 da Chieri viene cancellato per problemi tecnici. Conseguentemente alla soppressione anche il treno delle 7,20 subisce ritardi e da lì a poco, tra utenti arrabbiati e frastornati, viene annunciato che a causa di problemi tecnici di Rfi a Trofarello, tutte le corse treno da Chieri viaggeranno con circa 20 minuti di ritardo. E nel primo pomeriggio non va meglio.

Poco dopo le 14, su una delle chat utilizzate per scambiarsi informazioni, arriva l’ennesima doccia fredda: un altro ritardo, questa volta di 30 minuti, nella tratta che va da Porta Susa a Chieri. Il treno parte, ma viene soppresso a Trofarello. Gtt, sui suoi canali social, si scusa più volte per il disagio e comunica che: «La corsa 4128 dell’Sfm1 nella tratta da Trofarello a Chieri, con partenza da Trofarello alle ore 15.20, verrà coperta con servizio di bus sostitutivo».

Ma la giornata non è finita e un altro treno da Chieri a Torino Lingotto viene cancellato alle 17,50. Un calvario, quello della Sfm1, che dura da troppo tempo: prima delle ferie estive erano stati promessi miglioramenti e Gtt aveva incontrato per discuterne anche le amministrazioni locali. Ma un altro anno di studio e lavoro è iniziato, e pare che ancora non sia cambiato nulla.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single