Emergenza smog, migliora la qualità dell'aria a Torino: stop alle misure emergenziali
News
I livelli di biossido di azoto in prossimità delle scuole sono ben al di sopra dei parametri individuati dall’Oms

Greenpeace: «Sulle scuole di Torino una nuvola di veleni, è emergenza sanitaria»

I dati allarmanti dei monitoraggi eseguiti nelle ultime 2 settimane: aria peggiore rispetto a Roma e Milano

Greenpeace lancia l’allarme sulla “nuvola di veleni” che avvolge Torino: i livelli di biossido di azoto rilevati nelle ultime due settimane in prossimità di alcune scuole dell’infanzia e primarie sono ben al di sopra dei limiti individuati dall’Oms per la protezione della salute umana.

VALORI PREOCCUPANTI

“La situazione riscontrata nelle scuole torinesi all’orario della prima campana – dice Andrea Boraschi, responsabile della Campagna energia e clima di Greenpeace Italia – è sin qui la peggiore emersa dai monitoraggi fatti nelle quattro città italiane maggiormente interessate dalla concentrazione di biossido di azoto. I valori di biossido d’azoto registrati a Torino sono più alti di quelli misurati, con identica metodologia e apparecchiatura, presso le scuole di Roma e Milano. Non è solo un problema di qualità dell’aria, ma un’emergenza sanitaria”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo