Robella
Politica
Lo scivolone

“Grazie camerati”, è bufera sull’esponente torinese di FdI

Massimo Robella (Circoscrizione 6) corregge il tiro, ma il Pd insorge. E tra i grillini c’è chi annuncia che ora al ballottaggio voterà Lo Russo

“Volevo ringraziare coloro che mi hanno dato una mano in Circoscrizione, mio padre che è venuto con me nei mercati e sul territorio. Amici che mi sono stati vicino e mi hanno dato una mano. E TANTI CAMERATI di Torino che hanno lavorato per farmi rientrare in Circoscrizione. La Destra Sociale in Fratelli d’Italia“.

Questo il messaggio di ringraziamento postato su Facebook da Massimo Robella, esponente di Fratelli d’Italia, ai 91 elettori che gli hanno consentito di entrare nel consiglio della Circoscrizione 6. Un messaggio come tanti, se non fosse per quello scivolone – “camerati” – che ha provocato ondate di indignazione sui social e veementi reazioni politiche.

La correzione di rotta dello stesso Robella – “Tanto rumore per nulla, sostituite quella parola con ‘militanti dell’idea sociale'” – non ha attenuato le polemiche. Sconcertati soprattutto gli espondenti del Pd, dal segretario provinciale Mimmo Carretta alla stessa vicepresidente del Senato e parlamentare torinese ‘dem’ Anna Rossomando, che scrive su Twitter: “A Torino un esponente del partito di Giorgia Meloni non ha nessun problema a fare richiami espliciti al fascismo. È con questi alleati che Damilano pensa di avviare il “cambiamento”? Attendiamo presa di distanza da Giorgia Meloni“.

Chi ha preso le distanze, intanto, è la consigliera comunale grillina Daniela Albano. Dopo aver annunciato che non sarebbe andata a votare al ballottaggio per l’elezione del nuovo sindaco di Torino, ha fatto sapere all’Ansa che invece dopo questo post a votare ci andrà e a favore di Lo Russo, non per convinzione ma semplicemente perché lo considera “il male minore”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo