allenamento grande torino
Tempo Libero
IL PROGETTO

Granata Rosso Verde: Toro, United e Chape rivivranno in un film

Dalla tragedia di Superga all’ultimo drammatico incidente aereo che ha distrutto la squadra brasiliana nel 2016: il torinese Quaregna racconterà le storie in un docufilm

Un destino drammatico, capace però di unire tre comunità in modo indissolubile, nonostante le diverse culture e la distanza geografica: il calcio può riuscirci, ma ancor di più il fato che ha tragicamente travolto tre squadre nel corso degli ultimi 72 anni con incidenti aerei devastanti. Il Grande Torino nel 1949, ovviamente, ma anche il Manchester United nel 1958 e, più recentemente, la squadra brasiliana della Chapecoense nel 2016. A riunire le loro storie e rivelarne i punti di contatto sarà presto un documentario diretto dal torinese Paolo Quaregna e ora in fase di sviluppo: il suo titolo sarà “Granata Rosso Verde”, come i colori che rappresentano le tre squadre. «Avevo tre anni nel 1949, e non ho un ricordo diretto della tragedia di Superga, ma ricordo benissimo l’innamoramento per il Toro degli anni successivi. Essere del Toro è stato per me sempre sofferta passione e la passione ben si sa, si nutre dell’irrazionale», racconta. La sceneggiatura è pronta, i personaggi da intervistare sono stati individuati, le ricerche nei materiali di archivio avviate: «Il progetto è fermo per il Covid, non abbiamo potuto viaggiare in Inghilterra e Brasile come previsto e ancora non sappiamo quando potremo farlo: nel frattempo però ci siamo portati avanti con la parte torinese». Il sostegno di Film Commission Torino Piemonte per lo sviluppo ha aiutato, la scelta dei testimoni è stata semplice: ci sarà Gian Paolo Ormezzano, grande cantore delle gesta granata, ma anche Susanna Egri, figlia di una delle figure centrali del racconto, Erno Egri Erbstein, allenatore ingaggiato dal presidente Novo nel 1938 e morto insieme alla squadra. E non solo loro: «Abbiamo anche filmato l’ultima grande processione a Superga, quella del 2019, e trovato un partner produttivo in VideoAstolfoSullaLuna, che ha in curriculum un documentario su Vittorio Pozzo, colui che dopo l’incidente era stato chiamato a riconoscere i cadaveri dei calciatori». Sono milioni i tifosi che seguono queste tre squadre, unite dal fato avverso in un profondo abbraccio: chi ama il Toro, simpatizza anche per i Diavoli Rossi inglesi e per i ragazzi della “Chape”, è inevitabile ed è giusto che sia così. «Nello sport e nel calcio ancora di più – spiega Quaregna – non contano le cadute, conta sapersi rialzare. Chi lo capisce meglio dei tifosi di squadre annientate in questo modo? Quello che voglio realizzare è un film che parli dell’identità del tifoso e della sua fedeltà. Una volta papa Francesco parlando di calcio ha detto: chi vince sempre non sa quello che si perde. Non potrei essere più d’accordo». Quando la situazione sanitaria lo permetterà, a seguito degli ultimi accordi con le coproduzioni estere, la lavorazione ripartirà con l’obiettivo di avere il progetto ultimato entro i prossimi Mondiali. Nelle prossime settimane verrà fatta partire anche una campagna di crowdfunding per raccogliere fondi.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo