Paura sulla provinciale: crolla blocco di cemento dal cavalcavia, automobilista sfiorato (foto di repertorio)
News
CORSO GROSSETO Il comune lavora per un tavolo di cantiere con la cittadinanza

Gli sgravi si fanno attendere: «Il commercio è già in crisi»

Doccia fredda per i commercianti della zona: tutto rimandato a data da destinarsi

Sgravi sulla Tari e agevolazioni fiscali per i commercianti di corso Grosseto rimandati a data da destinarsi. E’ quanto è emerso ieri pomeriggio, in consiglio comunale, dove l’assessore al Bilancio, Sergio Rolando, ha risposto all’interpellanza presentata dai consiglieri di opposizione Carretta, Magliano, Foglietta e Lubatti.

«Pur con un po’ di ritardo rispetto ai tempi previsti – ha spiegato Rolando – stiamo prendendo in considerazione la richiesta. Alla luce dei disagi potremo fare una valutazione anche economica sugli sgravi, che rappresentano per legge una possibilità di bilanciamento parziale delle minori entrate».

Insomma tutto rimandato a data da destinarsi. A una seduta congiunta tra le commissioni Commercio e Urbanistica. «I commercianti – attaccano i consiglieri Pd, Domenico Carretta e Claudio Lubatti – non potranno ancora beneficiare degli sgravi. Cosa aspetta la Città? Il disagio mi sembra evidente».

Soprattutto considerando gli ultimi problemi sorti: a cominciare dal ritrovamento di tracce di amianto, scoperto durante la fresatura, e proseguendo con lo stop al cantiere per consentire le bonifiche del caso.

Duro sul caso il capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano. «Ancora nessuna decisione sulla possibilità di accordare sgravi sulla Tari – attacca Magliano con i consiglieri Morfino e Masera – intanto la durata del cantiere rischia di allungarsi. Non ci sono scuse: il regolamento non pone limiti sul fatto che i disagi da lavori in corso debbano durare per almeno sei mesi perché si possano accordare sgravi».

Mentre sul tavolo promesso residenti e negozianti possono tirare un sospiro di sollievo. «Per quanto riguarda la richiesta di costituzione del tavolo tecnico – ha concluso Rolando – gli uffici stanno predisponendo un confronto con gli interlocutori adeguati in vista proprio della delibera sulle tariffe». Parere confermato dal presidente della Seconda commissione, Damiano Carretto: «Verrà attivato – conclude Carretto – un tavolo di cantiere con la cittadinanza».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo