ALLA GAM

Gli scatti inediti di Forma/Informe

Una selezione di cinquanta stampe vintage e originali di sette grandi fotografi

Franco Grignani, “Il teatrino di Danielea”

Inedita è la foto del 1928 di Franco Grignani “Senza titolo (Quando i demolitori confinano con i costruttori)” che rappresenta due spaccapietre al lavoro su cui sono sovrapposte molle e congegni meccanici. Inedite le immagini della serie “Montmartre” di Piergiorgio Branzi, fotografo e uno dei primi anchorman della televisione italiana, che descrivono la sofferenza del quartiere parigino per le ferite inferte dalla guerra. Inedite, mai esposte, mai prestate, mai pubblicate anche altre immagini esposte da oggi alla Gam. Basta questo a rendere grande la piccola ma significativa mostra allestita nella Wunderkammer della Galleria di via Magenta dal titolo “Forma/Informe. La fase non oggettiva nella fotografia italiana 1935-1958”.

La rassegna, che rimarrà visibile fino al 27 settembre prossimo, accompagna il pubblico attraverso 50 stampe vintage di 7 grandi fotografi e 23 rare pubblicazioni in un “viaggio al termine della forma”. «E la Gam era il luogo adatto per ospitare questa mostra – sottolinea la curatrice Antonella Russo – perché pensiamo che il pubblico guardandola si incuriosisca e visiti al secondo piano della Galleria la pittura informale di Vedova, Burri, Dorazio e altri. C’è infatti una relazione tra fotografia e pittura informale».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single