piemonte-covid
News
IL BOLLETTINO

Per gli ospedali è già “allarme rosso”. E i ricoverati in Piemonte sono 1.951

O A Torino i posti letto occupati sono 524 e il Dirmei alza il livello di attenzione per le Asl

Gli ospedali del Piemonte si preparano a entrare in “allarme rosso” di fronte al progressivo aumento dei contagi, che non ha rallentato la propria corsa nel fine settimana. A fronte di un numero di tamponi inferiore agli scorsi giorni (11.367) i nuovi casi positivi sono 1.625, mentre salgono a 1.951 i ricoverati di cui 102 in terapia intensiva. I nuovi ingressi in ospedale sono stati in totale 255, con 8 pazienti gravi, a fronte di 2 nuovi decessi registrati lunedì e altri 12 nei giorni precedenti.

Il livello di allerta “arancione” è stato «ormai superato» secondo quanto scrivono il nuovo Commissario del Dirmei, Paolo Manno e il Coordinatore dell’area ospedaliera, Sergio Livigni, nell’ultimo dossier in cui vengono indicati gli ospedali con rianimazione e si dà indicazione alle Asl di concentrare i pazienti colpiti dal Coronavirus e che richiedano il ricovero in terapia intensiva proprio in quelle strutture, per cercare di alleggerire il carico di lavoro sugli ospedali definiti “hub”, come Città della Salute, San Giovanni Bosco e Mauriziano a Torino, oppure, l’ospedale di Cuneo, quello di Alessandria e il Maggiore di Novara, per i pazienti specialistici.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo