tav treno
News
Il presidente di Confindustria, Boccia: “Rischio recessione, necessarie le infrastrutture”

Gli imprenditori pro Tav al Viminale: “Opera imprescindibile, serve a tutto il Nord”

Incontro con Salvini e Giorgetti. Il ministro dell’Interno: “Io sono favorevole, mi dimostrino che conviene fermare la Torino-Lione”

Incontro al Viminale tra i rappresentanti di dodici categorie imprenditoriali, il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Oggetto delle discussioni la Torino-Lione, ma anche la nuova tassa sulle auto inquinanti e il reddito di cittadinanza.

Sulla questione Tav il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, è stato chiaro: “Si tratta di un’infrastruttura imprescindibile, che serve a tutto il Nord. Servono fatti. Il governo sa del rischio recessione e sa anche che certe opere sono necessarie. Il balzello sulle auto? Si tratta di un settore che non va penalizzato”.

Da parte di Salvini una certa presa di posizione sull’infrastruttura che più interessa ai torinesi: “Due ore positive con imprenditori e associazioni di categoria, incontro concreto e proficuo. Inizia un percorso comune che parte dal lavoro, stop burocrazia, sviluppo infrastrutture, per rilancio dell’economia e del Paese. Tav? Sono favorevole e c’è un contratto. Vediamo cosa dicono i tecnici. Mi dimostrino che conviene fermarla”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo