Un aiuto concreto per i più bisognosi
Cronaca
L’IMPEGNO

Gli aiuti del 5×1000 di Costruire!Onlus alla Caritas per aiutare i più bisognosi

Dal cuore dei nostri lettori un sostegno concreto a chi opera costantemente per aiutare il prossimo

Mi diceva un vecchio avvocato sfogliando il nostro giornale che la carta stampata non dovrebbe vivere solo di notizie. E che la capacità di indirizzare il cuore dei lettori verso le buone cose è fondamentale per dare un senso compiuto all’informazione. Parole che negli anni CronacaQui non ha dimenticato e che hanno suggerito iniziative utili e coinvolgenti. Come la nostra onlus Costruire! e la Fondazione Quarto Potere, affidando loro ruoli diversi e a tratti complementari. Così, nel tempo, siamo stati presenti là dove era doveroso porgere una mano a sostenere famiglie e bambini in difficoltà. Nel terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale nel 2016, nelle alluvioni di casa nostra e in tante vicende, alcune veri e propri drammi famigliari. Fino al Covid, nei dolorosi momenti in cui la pandemia ha suscitato tante, troppe, vicende di povertà. Così a quelle mani che giorno dopo giorno, si sono adoperate per porgere aiuti concreti alle famiglie più bisognose, la nostra Onlus Costruire! ha schierato il giornale chiedendo un aiuto concreto ai lettori. Scegliendo mani pulite, generose, come quelle della Caritas per portare aiuti a chi ha bisogno. Proprio alla Caritas nei prossimi giorni consegneremo i proventi della generosità dei nostri lettori, aggiungendo le offerte pervenute dal 5×1000. Operazione alla quale si aggiunge anche la Fondazione Quarto Potere che è stata tra i sostenitori della nostre pagine di cui ho il piacere di ripetere il messaggio: «Dona un piccolo contributo per comprare generi alimentari di qualità destinati ai poveri attraverso la Caritas». Potrei aggiungere che parlando proprio ieri con Pierluigi Dovis che della Caritas è l’appassionato direttore, mi ha ribadito l’importanza di fare qualcosa di organizzato in questi momenti di grande difficoltà. «C’è bisogno – ha detto – di indirizzare anche attraverso i giornali come il vostro la generosità delle persone. Affinché poi chi ha il compito di organizzare gli aiuti non metta cerotti affrettati al bisogno, ma possa pianificare le iniziative. Insomma non solo intervenire qui e adesso, ma consentire una pianificazione nel tempo, per non abbandonare nessuno». Proprio come diceva l’amico avvocato, con il buonsenso di chi nella vita ne ha passate tante. Ai lettori va dunque un grande ringraziamento per aver partecipato sia alle singole iniziative solidali, sia per aver dato l’adesione al 5 per mille, la misura fiscale che consente ai contribuenti di destinare una quota dell’Irpef a enti che si occupano di attività di interesse sociale. Per noi il vostro sostegno è uno stimolo forte. Anzi un vero impegno che affianca quello quotidiano dell’informazione. Giorno dopo giorno.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo