torino airport
Cronaca
CASELLE

Giugno da record in aeroporto: superati i 400mila passeggeri

L’Ad Andorno rassicura sul caos voli: «In due settimane cancellati 17 su 1.400»

L’aeroporto di Caselle decolla: «A giugno abbiamo superato i 400mila passeggeri in un mese, record mai raggiunto prima» annuncia orgoglioso Andrea Andorno, amministratore delegato di Sagat, la società che gestisce lo scalo torinese. I numeri del “Sandro Pertini” parlano di un +21% rispetto al 2019: «Sono risultati sorprendenti che segnano un cambio di marcia, considerando anche l’81% di riempimento dei voli. Dobbiamo ringraziare l’apertura della base RyanairSiamo stati premiati dalle nuove rotte, che hanno ampliato l’offerta per i torinesi e permesso a nuovi turisti di arrivare in città: penso, rispettivamente, a Santorini e Tel Aviv». Per far fronte all’aumento di traffico, Sagat ha assunto 70 persone a tempo determinato (ora i dipendenti sono 420). «Abbiamo buone aspettative per l’estate e puntiamo a risalire ai 4 milioni di passeggeri l’anno – prosegue Andorno – Dipenderà dall’andamento della pandemia e della stagione sciistica, che ci hanno già rallentato a inizio 2022. E speriamo nelle ulteriori tratte che Ryanair aprirà verso Manchester, Stoccolma e Vilnius». Un’altra incognita riguarda il “caos aeroporti”, esploso con cancellazioni e ritardi in tutta Europa: «I problemi sono innegabili ma restano contenuti per Torino – minimizza l’a.d. di Sagat – Nelle ultime due settimane ci sono stati 17 voli cancellati su 1.400. Ci hanno anche citati come esempio a livello europeo per la puntualità». All’orizzonte c’è anche un possibile aumento dei prezzi dei biglietti, paventato proprio dall’a.d di Ryanair, Michael O’Leary: «Guardando ai costi del carburante, è possibile – conclude Andorno – Per ora le tariffe continuano a rimanere contenute e O’Leary ha detto che Ryanair continuerà a crescere».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo