strada santa margherita stop
Cronaca
STRADA SANTA MARGHERITA

Giù i calcinacci da Villa Genero: primi interventi sulla facciata

Chiusa per motivi di sicurezza, ha riaperto solo ieri

Strada Santa Margherita è rimasta chiusa una settimana per motivi di sicurezza. Il cedimento di uno dei piloni del muro di cinta della vecchia Villa Genero ha provocato una caduta di calcinacci e la decisione, dei vigili del fuoco, di interrompere momentaneamente la viabilità di auto e bus. Ieri la riapertura con un primo intervento tampone. «Da un anno sia io che il collega Francesco Tresso (capogruppo della Lista Civica per Torino) stiamo denunciando con interpellanze l’abbandono totale di Villa Genero – spiega la vicecapogruppo di Forza Italia in Comune, Federica Scanderebech -. È inconcepibile lasciare un muro in queste condizioni, se non si interviene urgentemente la situazione rischia di degenerare e potrebbe sfociare anche in un dramma. Inoltre sappiamo che ci sono cittadini che aggirano beatamente i divieti».

Quello che la Città teme, però, è che si verifichino altri cedimenti strutturali. Per questo la mano di cemento data tra il civico 160 e il 162 di strada Santa Margherita potrebbe non bastare. Tutto questo in un momento storico in cui sembra impossibile ricorrere a una manutenzione straordinaria dell’area. Entro l’estate verrà portato a termine solo un intervento di risanamento conservativo del cancello esistente mentre per le statue vandalizzate resta valida solo l’idea di ritirarle all’interno di un magazzino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo