66ème Festival de Venise (Mostra)
Tempo Libero
TEMPO LIBERO

Giovanna Mezzogiorno: «Sono diventata “torinese” per amore e per i miei figli»

Sabato 28 e domenica 29 maggio è in programma al centro commerciale Le Gru il secondo weekend del Gru Kids Festival, rassegna pensata appositamente per bambini e ragazzi. Questa volta il tema sarà il cinema. In entrambi i giorni: alle 11 è previsto un incontro su come si scrive una sceneggiatura; alle 16 un laboratorio farà scoprire la tecnica dei film d’animazione e alle 18 è attesa Giovanna Mezzogiorno, che condurrà i bambini in un viaggio alla scoperta della settima arte. L’attrice romana, classe 1974, vincitrice di tutti i premi possibili per le sue interpretazioni in film come “L’ultimo bacio” e “La bestia nel cuore”, vive a Torino da anni insieme al compagno Alessio Fugolo, conosciuto sul set di “Vincere” di Marco Bellocchio.

Come è stata coinvolta in questa iniziativa?
«Da una delle organizzatrici, mamma di un compagno di classe dei miei figli. Ho aderito volentieri perché credo sia importante, in un’epoca così complessa, dare nuovi stimoli ai giovanissimi: nel mio piccolo darò il mio contributo. Nel concreto leggerò un pezzo di un romanzo, sperando di non annoiare la platea: i bambini possono essere esigenti e se dovessi annoiarli non si faranno scrupoli a renderlo evidente».

Che consigli darebbe ai bambini sul mondo nella recitazione?
«La mia lettura sarà lunga, all’interno di una giornata lunga, non so se avrò modo di parlare degli affari miei. Se consiglierei loro di fare il mio lavoro? No, onestamente: è un mestiere complesso, un po’ faticoso. Bisogna avere la giusta consapevolezza, sapere che anche in questo campo si deve studiare e niente è regalato».

Lei è torinese ormai da molti anni, come vive la città?
«Sono davvero molto contenta di vivere qui, sono romana e mi sono trasferita perché ho sposato un torinese, dopo un periodo a Roma abbiamo scelto Torino. È una città che mi piace, mi piace il modo di vivere e di essere dei torinesi, lo apprezzo molto. I miei figli qui sono felici e non tornerei mai indietro».

E da attrice? Torino è in fermento produttivo da tempo ormai, le piacerebbe recitare in città?
«Per ora Torino è la vita privata, il lavoro è a Roma e non è comodissimo. Sono stata a Torino su qualche set nella mia carriera, mi piacerebbe tantissimo rifarlo più spesso. Qualche anno fa ho fatto uno spettacolo al Carignano, era molto facile muoversi tra casa e palco».

Quali saranno i prossimi film in cui la vedremo?
«Ne ho girati due quest’inverno: “Amanda” di Carolina Cavalli ed “Educazione fisica” di Stefano Cipani. Sono entrambi pronti per l’uscita, ma prima proveranno la strada dei festival. Nel primo ho un piccolo ruolo ma volevo esserci perché Carolina è molto in gamba. Il film di Cipani ha un cast ottimo – da Claudio Santamaria a Sergio Rubini – ed è stato molto intenso da girare, complesso: diciamo che non amo le scelte troppo facili».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo