RIVAROSSA

Giochi distrutti e scritte sui muri. L’oratorio devastato dai vandali

Brutta sorpresa per i volontari una settimana prima di Estate Ragazzi

A Rivarossa, l’attività dell’Estate Ragazzi in oratorio inizierà lunedì 17 giugno. Ma in questi giorni, i volontari e i parrocchiani non dovranno pensare tanto agli ultimi aspetti in vista dell’inaugurazione, quanto a ripulire i muri dalle scritte, ricomprare un tavolo da ping pong e rendere nuovamente utilizzabili i calciobalilla. Questo perché qualcuno, nella notte di domenica 9 giugno, ha letteralmente devastato l’oratorio di via Martiri della Libertà.

«Morirete tutti» o «Buona giornata stronzi, godetevela finché potete. Adios» sui muri. E persino «Juve» su un calciobalilla. Tutte scritte con uno spray verde, assieme ad altri simboli strani e disegni molto elementari. Oltre a sigle che ora sono oggetto dell’indagine dei carabinieri della compagnia di Venaria, che cercheranno di dare un nome e un volto agli autori del raid vandalico.

A denunciare l’accaduto, mediante i social – in particolar modo attraverso i gruppi Facebook dedicati a Rivarossa – sono stati i volontari dell’oratorio, che fino a poche ore prima erano stati in via Martiri della Libertà proprio per organizzare ogni minimo dettaglio. «Chi c’è sempre stato – scrivono – sa tutto quello che è stato fatto con fatica, dedizione e sacrifici durante questi anni affinché Rivarossa avesse l’oratorio più figo del mondo e potesse essere la casa di tutti. Quella zona è stata la prima che è stata sistemata con i primi soldi che siamo riusciti a mettere da parte e grazie alla buona volontà di tante persone. E vederla così fa male. Tanto. Troppo. Non si fa. Gli stessi bambini e ragazzi che tra una settimana varcheranno quei cancelli super entusiasti magari sono fratelli, sorelle o cugini degli stessi che hanno fatto ciò… e si dovrebbero ritrovare questo. Perché? Questa non è una bravata, non è una ragazzata: è un reato. Siamo tutti allibiti, sconcertati. Certamente non ci faremo abbattere e tutti insieme, come sempre, lo renderemo un posto ancora più bello di quello che era. Ma oggi siamo molto tristi ed amareggiati».

Le attività inizieranno comunque lunedì 17 giugno. I volontari si sono già rimboccati le maniche. Perché a Rivarossa non può, e non deve, mancare l’Estate Ragazzi. Soprattutto se per colpa di quattro teppisti.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single